In officina per 75 anni, Gianfranco è Maestro d'Opera

Venerdì 20 Maggio 2022 di Giulio Mondin
Gianfranco Boranga, 90 anni, insignito del riconoscimento di Maestro d'Opera e d'Esperienza

PONZANO  «Si ama il proprio lavoro soltanto se lo si conosce bene». Parole chiare, rivolte in particolare ai giovani, espresse ieri da Gianfranco Boranga, decano dei pensionati di Confartigianato, premiato al Relais Monaco da parte dell’Anap per i suoi 75 anni di lavoro. L’Associazione nazionale anziani e pensionati di Confartigianato, che nel 2011 ha istituito l’Albo Nazionale dei Maestri d’Opera e d’Esperienza, ha insignito lui ed altri 46 soci che abbiano svolto per almeno 25 anni la propria attività nel settore di competenza, dimostrando perizia, passione, impegno e correttezza professionale. Caratteristiche che ben si attagliano al 90enne conosciutissimo maestro del ferro di Montebelluna, figura di spicco del mondo artigiano di Marca che ha lasciato l’attività solo il 31 dicembre scorso, e che ha brevemente raccontato la storia dell’invidiabile traguardo raggiunto.


STORIE D’ALTRI TEMPI

«Ho iniziato nel 1943 quando, all’età di 11 anni, ero andato ad aiutare mio padre rimasto quasi senza lavoratori, arruolati per il fronte della guerra – ha spiegato Gianfranco Boranga – è stata la passione a farmi arrivare fino a questo punto. I giovani di oggi devono “possedere” il lavoro. Vedo che alcuni non ci tengono. Non vengono educati a tutte le sue sfaccettature. Invece serve farli entrare a fondo prima che possano padroneggiare un’attività. Il nostro compito è quello di trasmettere tutte le nostre conoscenze ed esperienze». L’attestazione a tutti i premiati è stata conferita da Giovanni Mazzoleni, coordinatore nazionale dei Maestri d’opera e di esperienza, e da Guido Celaschi e Fiorenzo Pastro, rispettivamente presidenti nazionale e provinciale del Gruppo, assieme ai sindaci dei rispettivi comuni di residenza. Un registro dei Maestri d’Opera che rappresenta un valido strumento mirato a valorizzare e sottolineare l’importanza del lavoro svolto dagli iscritti, con particolare attenzione alle innovazioni introdotte ed al contributo offerto nella promozione, grazie al loro talento, del Made in Italy invidiato in tutto il mondo ed espressione di qualità, competenza e creatività. 


I RICONOSCIMENTI

«In quest’ottica – spiega l’associazione - il premiato rappresenta una figura centrale, sia come fonte di memoria da trasmettere alle nuove generazioni, sia come cerniera fra la tradizione artigianale e l’innovazione del prodotto, per favorire la ricerca del nuovo e del meglio». Questi l’elenco dei premiati, con comune e settore di appartenenza: Bastianon Ilario (Pieve del Grappa, termoidraulica), Pasqualin Angelo (Montebelluna, metalmeccanica), Boranga Gianfranco (Montebelluna, metalmeccanica), Cremasco Luigino (Maser, autotrasporto), Bottin Flavio (Maser, edilizia), Cinel Giancarlo (Cornuda, metalmeccanica), Mazzochel Roberto (Giavera, autoriparazione), Zanatta Alessandro (Giavera, edilizia), Corletto Sandrino (Giavera, metalmeccanica), Genovese Lino (Trevignano, falegnameria), Marchesin Evaristo (Trevignano, autoriparazione), Pontini Giancarlo (Caerano, calzaturiero), Vian Francesco (Volpago del Montello, tappezzeria), Visentin Tarcisio (Altivole, autoriparazione), Cremasco Ida (Altivole, tessile), Rech Lino (Monfumo, carpenteria metallica, segheria), Binda Enzo (Loria, tessile), Stocco Gina (Loria, tessile), Ferro Bruno (Resana, metalmeccanica), Bellotto Giulio (S. Pietro di Feletto, termoidraulica), Ceschin Lorenzo (S. Pietro di Feletto, falegnameria), Casagrande Rinaldo (Godega, pittore edile), Chinazzi Giuseppe (Mareno di Piave, neonisti), Gardenal Danilla (Mareno di Piave, falegnameria), Da Rios Roberto (San Vendemiano, elettrotecnica), Granzotto Albino (Susegana, termoidraulica), Soldan Alessandro (Susegana, metalmeccanica), Samogin Ennio (Conegliano, autoriparazione), Samogin Egidio (Santa Lucia di Piave, bruciatorista), Campaner Vittorio (Oderzo, autoriparazione), Ciot Lino (Fontanelle, autotrasporto), Coden Giancarlo (Salgareda, fabbro), Dal Bo’ Luigi (Mansuè, edilizia), Pasquali Geremia (Mansuè, impianti), Gardenal Rino (Ormelle, autotrasporto), Buora Tito (San Polo di Piave, autoriparazione), Spadafora Maurizio (San Polo di Piave, acconciatura), Dara Lilliana (Cimadolmo, acconciatura), Borgo Ruggero (Povegliano, falegnameria), Romanello Stefania (Carbonera, parrucchiera), Zorzi Rino (Roncade, termoidraulica), Nardi Sergio (Roncade, impianti elettrici), Fornito Salvatore (Treviso, acconciatura), Bernardi Giuseppe (Colle Umberto, falegnameria), Casagrande Antonio (Tarzo, carpenteria metallica), Tomasi Aldo (Tarzo, edilizia), Maso Adelina (Revine Lago, tessile). 

 

Ultimo aggiornamento: 16:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci