Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Misterioso incendio in una casa disabitata: trovate due taniche di benzina

Lunedì 27 Giugno 2022 di Annalisa Fregonese
Misterioso incendio in una casa disabitata: trovate due taniche di benzina

ODERZO - Incendio doloso ieri pomeriggio in una casa disabitata di via delle Grazie. I contorni restano ancora da chiarire ma vigili del fuoco e carabinieri hanno pochi dubbi sull’origine del rogo: in giardino è stata trovata una tanica di benzina vuota, mentre al primo piano un secondo contenitore ancora mezzo pieno. Adesso è caccia ai piromani. Una bravata? Un dispetto? Sono domande a cui gli inquirenti stanno cercando di dare una risposta. Al momento l’intero edificio al civico 23 è finito sotto sequestro e i carabinieri della tenenza di Oderzo stanno acquisendo le immagini delle telecamere, oltre alle testimonianze dei vicini. Un altro aspetto da approfondire riguarda l’eventuale utilizzo dell’abitazione come bivacco da parte di sbandati, balordi o eventuali gruppi di ragazzini.

L’ALLARME

Ad accorgersi del fumo che usciva dalle finestre è stato un passante che ha allertato subito i vigili del fuoco. Erano le 15.30. I pompieri hanno spento le fiamme scongiurando quello che poteva essere un disastro di vaste proporzioni, dato che in via delle Grazie la cortina di edifici si sussegue senza interruzioni. Carabinieri e vigili del fuoco hanno rinvenuto all’interno della casa due taniche di benzina, utilizzata per appiccare il fuoco. La casa è disabitata da lungo tempo, all’interno non c’è nulla. Il proprietario è defunto da diversi anni, la vedova abita altrove. Difficile risalire alla causa che ha scatenato il reato. Via delle Grazie è una strada del centro storico, parte da via Mazzini per poi confluire nella rotatoria di via Altinate. Il giovane che per primo ha notato il fumo si è subito fermato per chiamare i vigili del fuoco e suonare i campanelli delle abitazioni confinanti, avvertendo così i residenti. Nel frattempo si sono fermati anche degli altri automobilisti che transitavano nella via che, appunto, è in pieno centro storico.

DISASTRO SFIORATO

«Non posso che ringraziare questo giovane, che non avevo mai visto prima – dice un residente -. Io stavo facendo il mio riposino pomeridiano, era tutto tranquillissimo. Non oso pensare a cosa sarebbe potuto accadere se fosse successo di notte. Qui le case sono tutte attaccate». I vicini pensavano ad un corto circuito. Nella via si è diffuso il massimo stupore quando si è saputo che all’interno della casa sono state trovate due taniche di benzina: una vuota, l’altra ancora mezza piena. Con ogni probabilità i piromani sono entrati dall’accesso carraio che si affaccia su via Montegrappa. Il cancello era chiuso con una catena, ma il lucchetto è stato trovato aperto. La porta d’ingresso della casa non è stata scassinata, era aperta. Questi particolari lasciano presupporre che il piano fosse stato programmato da tempo, magari contando sul fatto che in queste domeniche estive molti opitergini cercano refrigerio al mare o in montagna, e comunque ben pochi, nelle ore centrali della giornata, circolano in centro.

Ultimo aggiornamento: 12:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci