Nuovo look per la Sfera di Toni Benetton: piantate 840 viole per abbellirla

Venerdì 21 Gennaio 2022 di Brando Fioravanzi
L'assessore Manera ed il fondatore di CAME, Paolo Menuzzo

TREVISO - Da oggi ben 840 “viole cornute” abbelliscono la rotonda di Via Roma a Treviso nei pressi della nota Sfera di Toni Benetton, all’ingresso della città ormai dal lontano 2000 per volere dell’allora sindaco Giancarlo Gentilini. Questo è difatti il risultato della collaborazione tra il Comune e l’azienda CAME di Casier che ha adottato una porzione di verde urbano nell'ambito dell'iniziativa “Adotta il verde cittadino” promossa dall’Assessorato alle Politiche ambientali. L'adozione della “rotonda” si concretizzerà nel farsi carico, da parte di CAME, della riqualificazione della stessa e della sua manutenzione per l'arco di un triennio, secondo un progetto che sarà realizzato dalla società Arboreus di Udine. Una scelta di responsabilità e sostenibilità in linea con una lunga e solida tradizione di impegno per generare spazi intelligenti nelle città per il benessere delle persone.

«Ringraziamo Came per aver dimostrato sensibilità nei confronti degli spazi verdi della città - commenta Alessandro Manera, Assessore alle Politiche Ambientali, smart city, organizzazione e logistica del Comune di Treviso - La società ha abbracciato con entusiasmo un progetto portato avanti dalla nostra Amministrazione in termini di riforestazione ma anche di fruibilità, decoro e abbellimento degli spazi verdi cittadini. Una collaborazione, questa, che contribuisce a creare una serie di sinergie e modelli virtuosi per migliorare, riqualificare e impreziosire gli spazi cittadini, siano esse aiuole, parchi o giardini».

CAME inizia così il 2022 aprendo l’anno dedicato ai festeggiamenti per il 50° anno della sua fondazione all’insegna del green. «Abbiamo aderito con entusiasmo e convinzione al progetto del Comune - sottolinea Paolo Menuzzo, fondatore di CAME - Ci è sembrato il modo migliore per dare inizio alle celebrazioni del primo mezzo secolo di vita della nostra società. Una storia da sempre caratterizzata da una spiccata attenzione per il territorio in cui affondiamo le radici e da cui traiamo linfa vitale per una crescita equilibrata e costante. Questo elegante tocco di verde ci sembra anche un doveroso omaggio alla città di Treviso, con l'augurio di un ritorno alla normalità delle relazioni sociali nel contesto urbano dopo il non facile periodo di pandemia che stiamo ancora attraversando».

Video

 

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 11:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci