Martedì 7 Agosto 2018, 21:09

«L’unica disabile per cui non provo rispetto»: antivaccinisti contro Bebe Vio

PER APPROFONDIRE: bebe vio, no-vax, vaccini
«L’unica disabile per cui non ho
rispetto»: antivaccinisti contro Bebe

di Elena Filini

MOGLIANO VENETO (TREVISO) - «L’unica disabile per cui non provo minimamente rispetto». Ed è di nuovo gogna no vax contro Bebe Vio. La campionessa paralimpica, da un paio di giorni è per l’ennesima volta bersaglio del web sulla questione vaccini: un sito ha rispolverato la prima pagina di Rolling Stone dello scorso anno, in cui Bebe invita le persone a vaccinarsi, forte della propria drammatica esperienza. E sull’atleta cala implacabile l’ingiuria dei social. «Gente che per un po’ di potere e lauti compensi si vende l’anima e la dignità- si legge- Chi viene utilizzato da queste campagne persuasive in genere appare come vittima o comunque è una persona
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«L’unica disabile per cui non provo rispetto»: antivaccinisti contro Bebe Vio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 94 commenti presenti
2018-09-11 10:25:01
La maggior parte dei bambini è vaccinata ergo la maggior parte dei genitori è favorevole alla vaccinazione, viviamo in una democrazia ove la maggioranza "decide"... perciò se non volete vaccinare i vostri figli: teneteveli a casa! Per me il concetto è semplice.
2018-09-11 09:15:53
L'odio inquina la mente e soprattutto il cuore. Il malvagio ha una particolare forma di stupidità, infatti pur di infierire su qualcuno danneggia prima di tutto sè stesso infatti alla serenità e alla gioia preferisce la guerra perenne contro tutto e contro tutti.
2018-09-11 08:46:02
a me Bebe Vio è antipatica a prescindere dei vax novax
2018-08-09 11:39:45
Il mio bambino è vaccinato. Non m'importa niente se gli altri non lo sono. Il mio non può più prendere malattie né trasmetterne ad altri. Dov'è il problema?
2018-08-09 12:52:49
Non per portare iella, ma la vaccinazione non elimina i rischi al 100%, difatti succede che anche chi si vaccina poi contragga ugualmente la malattia.