Meteo, neve in Veneto e Friuli Vg, anche in pianura. Poi vento forte. Pericolo valanghe: chiusi i passi dolomitici

Lunedì 28 Dicembre 2020 di Redazione online
Veneto e Friuli Vg si risvegliano imbiancati: neve a Cittadella

Meteo in Veneto e Friuli Venezia Giulia. La fine del 2020 regala una nevicata molto suggestiva al Nordest, con fiocchi che attaccano fino in pianura. Nelle campagne e in molte città il risveglio è stato sotto un manto bianco di neve. Come da previsioni, successivamente si è alzato un vento forte e gelido che sta sferzando molte zone del Nordest. Intorno a mezzogiorno Veneto strade ha chiuso nel Bellunese i passi Valparola, Fedaia e Giau per pericolo valanghe poi ancora Falzarego, Pordoi e Cimabanche, chiusa la strada fra Venas e Cibiana e per slavina anche quella fra Misurina e CarboninUna slavina, assieme al forte vento e alle abbondanti nevicate, ha indotto la società di gestione Veneto Strade a chiudere anche il Passo Cimabanche, sopra Cortina D'Ampezzo. La Protezione Civile ha stabilito la «criticità gialla» sia sulle Dolomiti che sulle Prealpi per il pericolo valanghe.

Neve nel Nord Italia, a Milano donna travolta dal crollo di un palo: alberi caduti, autostrade paralizzate

Le immagini postate dai nostri lettori sulla pagina Facebook del Gazzettino.

 

 

Neve in Veneto oggi

Una leggera nevicata caduta nella notte ha imbiancato i tetti e le calli di Venezia (nel capoluogo lagunare si attende un picco di marea di 130 centimetri per le ore 10.30, per il quale è stato attivato il sistema Mose), e precipitazioni più intense si sono verificate soprattutto nell'alta pianura e nella fascia collinare e pedemontana del Veneto. Le amministrazioni comunali hanno effettuato lo spargimento di sale nelle principali arterie delle città; dalla prima mattinata la neve si è trasformata localmente in pioggia, con venti forti da Nordest. La Protezione civile regionale ha dichiarato lo stato di attenzione per nevicate dalla mezzanotte fino a domani per pianura, zone collinari e bellunese meridionale. Un avviso di criticità valanghe di grado marcato è stato emesso a partire dalle 10.00 di oggi, per nevicate con apporti anche superiori ai 30 centimetri su tutto il territorio montano regionale.

Durante la notte è iniziata a scendere la neve a Vicenza. Il piano neve comunale è stato attivato dalle 3 con la salatura preventiva dei punti sensibili. I 25 mezzi attualmente in servizio proseguono con la loro attività di salatura e pulizia delle strade. Ci potranno essere accumuli tra gli 8 e i 15 centimetri, come previsto dal bollettino Arpav regionale che segnala una fase di nevicata intensa nella prima parte di oggi.

 
 
 

Neve in Fvg oggi

 
Abbondante nevicata questa mattina a Udine e in tutto il territorio della ex provincia, dove le precipitazioni nevose stanno continuando, in particolare, in tutta l'area montana, dal Tarvisiano alla Carnia. Il fenomeno, iniziato nella notte in montagna, dovrebbe continuare lungo l'arco alpino fino al tardo pomeriggio di oggi. In pianura, specie nella zona della Bassa friulana, la pioggia sta prendendo ora il posto della neve. Lo rileva il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile regionale del Fvg. Non ci sono segnalazioni, fino a questo momento, di situazioni di particolare difficoltà nelle zone montane, ma diverse squadre comunali di Protezione civile - riferisce il Centro - si sono mobilitate per intervenire nelle situazioni di criticità, lungo alcuni tratti delle strade comunali, in corrispondenza di determinate intersezioni e in alcuni sottopassi. È prevista una graduale diminuzione delle precipitazioni nevose in tutte le aree attualmente interessate entro la serata. Nevicate si sono registrate anche nel pordenonese, dove nella zona montana si sono depositate alcune decine di centimetri di neve, e nel goriziano.
 
Pericolo valanghe in Fvg
Pericolo valanghe forte da oggi pomeriggio fino a mercoledì sulle Alpi e Prealpi del Friuli Venezia Giulia. Da stamane - si legge nel bollettino regionale - nevica intensamente con venti anche tempestosi. Potranno cadere 50-80 cm di nuova neve su tutto il territorio montano del Fvg. La nuova neve presenterà scarsi legami con il vecchio manto nevoso per la presenza di strati deboli. Saranno probabili distacchi spontanei di valanghe di medie e grandi dimensioni a tutte le esposizioni sia a debole coesione che a lastroni lungo i percorsi abituali in forte pendenza, anche sotto il limite del bosco. Localmente a Nord saranno possibili anche valanghe molto grandi. I fenomeni valanghivi - spiega il bollettino - potranno interessare i tratti della viabilità soggetta a pericolo al di sopra dei 500 metri. Il distacco provocato anche di grandi valanghe sui pendii ripidi può avvenire già al passaggio di un singolo sciatore/escursionista. Le condizioni sono sfavorevoli alle escursioni ed è richiesta - conclude il bollettino - la massima cautela.
 

 

Video

Previsioni meteo

La perturbazione di origine atlantica che si avvicina all'Italia porterà nelle prossime ore venti forti e nevicate anche a quote di pianura sulle regioni centro settentrionali e, successivamente, sul sud del paese. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un'allerta meteo che prevede dalla serata  del 27 dicembre venti di burrasca sulla Sardegna e dalle prime ore del 28 dicembre su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, in estensione a Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

 

 

 

 

 

#NEVE! Il nostro risveglio è stato così... e il vostro?

Pubblicato da Il Gazzettino su Domenica 27 dicembre 2020

Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre, 08:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA