Nasce il bebè e dopo otto anni Ciccio viene lasciato in canile dalla sua famiglia

Giovedì 20 Luglio 2017 di Elena Filini
25
PONZANO - Da lunedì non tocca cibo. E nonostante le temperature, sta avvinghiato alla sua copertina in pile. Negli occhi di Ciccio, cagnolino bianco di 8 anni di taglia piccola, si legge una sola parola: abbandono. La proprietaria con cui ha vissuto tutto questo tempo in un appartamento a Nord della città, ha deciso di lasciarlo in canile dopo aver partorito. E così lunedì pomeriggio lo ha portato ai volontari dell'Enpa. Il piccolo Ciccio è scioccato, non mangia e si raggomitola in quella coperta pesante, che però forse gli fa sentire l'odore di casa. «Una storia che ci fa male - commenta Alessandra Muscari, la volontaria che ha raccolto il bastardino al rifugio di Ponzano - Ciccio è disperato, e per ora molto diffidente». La ex proprietaria ha deciso di separarsi dal cane dopo la nascita della figlia. «Ci ha chiamato spiegando che temeva per l'incolumità della bambina - prosegue Alessandra - noi l'abbiamo rassicurata dicendo che il percorso non è impossibile, ci siamo detti disponibili a seguirla. Non siamo dei cretini, se vediamo che il cane è geloso e aggressivo, siamo i primi ad arrenderci per tutelare i neonati. Ma lei non ha neppure voluto provare». I volontari spiegano che decisioni come queste fanno soffrire indicibilmente gli animali. Ora Ciccio cerca una casa: tutto il canile tifa per lui (informazioni al 347/3586940)...
 
  Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 12:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA