Non risponde ai messaggi, la collega lo trova senza vita in casa: addio a Furlan, storico delegato della Cisl

Domenica 26 Settembre 2021
Loris Furlan

ORMELLE - Non rispondeva ai messaggi di una collega di lavoro, cosa davvero insolita per Loris Furlan, 55 anni, sindacalista della Cisl in Sole spa. Allarmata la donna si è recata a casa sua, a Ormelle. Dove lo ha trovato esanime. Immediata la chiamata al pronto soccorso, il medico intervenuto non ha potuto far altro che constatare il decesso. Sarà l'autopsia a chiarire le cause. Dolore e sconcerto si percepivano ieri, sabato 25 settembre, in città, Loris Furlan era volto notissimo, sindacalista di lungo corso. Orientato al dialogo, non era persona da alzare muri quanto piuttosto ricercare un percorso comune. «Ci siamo sentiti venerdì intorno alle 10 così lo ricorda Andrea Florio, anch'egli a lungo delegato sindacale Cisl in Sole spa - Mi è sembrato normalissimo. La collega gli ha mandato il messaggio verso mezzogiorno e Loris non ha risposto. Si presume che la morte fosse già sopravvenuta».

Perito industriale, Fulrlan era il volto della Fim alla Sole spa, dove lavorava da 30 anni, di cui 27 vissuti da delegato sindacale. Era un vero leader, non solo per gli iscritti alla Fim: negli ultimi anni è risultato il candidato più votato alle elezioni per il rinnovo delle Rsu aziendali. «Loris - ricorda Alessio Lovisotto, segretario generale della Fim Belluno Treviso - non si sottraeva mai al confronto, anche serrato. Era un uomo che andava controcorrente. Mai cedevole al populismo si era mantenuto semplice anche nel suo look da persona di valori». Chiusi nel dolore i colleghi e i delegati con cui ha condiviso tante battaglie. Lunedì il Consiglio direttivo della Fim, assieme ai suoi colleghi della Rsu, lo ricorderà con un minuto di silenzio. «Posso solo dire la voce di Andrea Florio è rotta dall'emozione che c'è la firma di Furlan su tutti i contratti aziendali più importanti siglati in questi anni». Abitava da solo, la madre con la quale conviveva è morta un anno fa. Cordoglio alla Federazione dei metalmeccanici trevigiani e alla Rsu è arrivato anche dalla Fim nazionale, e dalla Cisl di Belluno Treviso, «Quello di Loris - commenta Massimiliano Paglini - è stato un decesso improvviso che ci ha colpiti enormemente. Era un delegato conosciuto e stimato da tutti, presente e disponibile con i lavoratori. Resterà un vuoto enorme».

Ultimo aggiornamento: 20:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA