Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ingegnere Aprilia stroncato da un tumore a 43 anni: Marco lascia tre figli

Venerdì 22 Luglio 2022 di Nicola De Rossi
Marco Stevanato

SPINEA - Le comunità di Spinea e di Maerne, così come tutta l'Aprilia, sono sotto shock per il crudele destino che si è portato via, a 43 anni appena compiuti, Marco Stevanato, stroncato giovedì notte all'ospedale di Castelfranco Veneto (Treviso) da un tumore contro cui lottava da due anni e mezzo. Originario di Maerne di Martellago, dove ha vissuto per oltre vent'anni per poi trasferirsi a Spinea. Marco Stevanato aveva messo al servizio della sua grande passione per i motori le sue notevoli capacità: era una mente eccelsa. Dopo la laurea in Ingegneria all'Università di Padova, era stato subito assunto dall'Aprilia facendo rapidamente carriera e diventando responsabile tecnico di uno dei reparti della Squadra Corse: come tale partecipava a quasi tutte le tappe del Motomondiale, soprattutto quelle europee, ma non mancavano anche le trasferte extra-continentali. Sposato, aveva tre figli.

LA MALATTIA
Nel dicembre del 2019, dalle prime avvisaglie di quella che sarebbe poi risultata una forma tumorale molto aggressiva, oltre che estremamente rara in soggetti della sua giovane età. E che peraltro Stevanato ha avuto diagnosticata in ritardo essendosi rivolto agli ospedali per gli esami e i controlli proprio nel periodo in cui scoppiava il finimondo con la pandemia da Covid-19. Seguito dall'Istituto Oncologico Veneto, Stevanato è riuscito a lottare a lungo, ma negli ultimi due mesi il suo fisico ormai non rispondeva più alle terapie e alle prime ore di giovedì il suo cuore si è fermato, «dopo aver combattuto e affrontato il male come un leone e aver dato a tutti una grande lezione di vita» lo piange la moglie Beatrice. «Una persona intelligente, brillante e simpatica, lo chiamavamo il genio di casa - lo ricorda commosso anche il fratello Stefano - Ed era attaccassimo alla sua famiglia, alla moglie e ai suoi tre bambini, viveva per loro e senza la forza che gli hanno trasmesso probabilmente si sarebbe arreso molto prima».

Marco Stevanato lascia in un dolore immenso la moglie Beatrice, i figli di 13, 8 e 2 anni, il papà Livio e i fratelli Stefano e Francesco, a cui in queste ore stanno giungendo, anche attraverso i social, tantissimi messaggi di cordoglio e vicinanza, a testimonianza quanto il quarantatreenne fosse stimato e ben voluto. I funerali saranno celebrati martedì 26 luglio alle 15 nella chiesa di San Vito e Modesto a Spinea.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci