Fontanelle. Morto all'improvviso Valerio Cescon, uno dei papà del Prosecco

Giovedì 29 Settembre 2022
Valerio Cescon morto uno dei papà del Prosecco
2

FONTANELLE - Morto Valerio Cescon, punto di riferimento nazionale per il settore vitivinicolo. Aveva 67 anni e la sua morte prematura ed improvvisa ha colpito profondamente la comunità di Fontanelle, suo paese natale e di residenza. 

Chi era Valerio Cescon

Cescon si era laureato in Scienze agrarie all'Università di Padova ed è stato presidente di Vignaioli Veneto Friulani "Società cooperativa agricola" di Fontanelle e anche di "La Marca vini e Spumanti" di Oderzo che con i suoi 65 milioni di bottiglie, è un quarto di tutta la produzione di Prosecco doc e docg. E' anche il presidente di Confcooperative Belluno e Treviso. Molto conosciuto in tutta la Marca e in tutt'Italia per il suo essere tra le personalità di maggior spicco del settore vitivinicolo. 

Il cordoglio di Coldiretti

A ricordarlo, tra i primi, è stata la Coldiretti Treviso. «Valerio è sempre stato un vero punto di riferimento per la viticoltura trevigiana e non solo. Possiamo considerarlo uno dei padri del Prosecco – sottolinea Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso con voce rotta dalla commozione – Lascia un vuoto incolmabile anche nella cooperazione. Si è sempre distinto per la sua innata capacità di interpretare il mercato nazionale ed internazionale con una lungimiranza unica, capace di anticipare tendenze e i cambiamenti fondamentali del settore e delle scelte dei consumatori. Ha sempre avuto a cuore il mondo agricolo rispettandolo e preservandolo lungo la filiera. Evidenti e indiscusse le sue capacità manageriali dimostrate nella gestione della cantina di secondo grado La Marca».

 

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 11:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci