Si è spento Di Matteo, lo storico cameriere della piazza

Lunedì 7 Febbraio 2022 di Michele Miriade
Claudio di Matteo

TREVISO - Un altro personaggio della piazza se n'è andato. Ieri mattina è deceduto Claudio Di Matteo, noto cameriere del centro storico, da Beltrame e al Biffis, dal Frappè al ristorante da Alfredo. Volto notissimo di Treviso, conosciuto e apprezzato da più generazioni per la sua professionalità, simpatia e allegria non solo come barista ma cameriere al ristorante, un lavoro che svolgeva con grande passione e la professionalità maturata fin da giovane. Nato a Noventa di Piave, e residente a San Giuseppe alle porte dei Treviso, Claudio Di Matteo avrebbe compiuto 71 anni il 14 febbraio: lascia la moglie Loretta Sandre e i figli Simona e Alessandro. Da due anni lottava con un tumore all'esofago, con grande forza si era ripreso e non mancava mai la sua presenza in piazza dei Signori nonostante la malattia. Il 31 dicembre era stato ricoverato all'ospedale Ca' Foncello per una polmonite recidiva che lo aveva debilitato. Risultato poi positivo al Covid era stato trasferito all'ospedale San Camillo dove ieri mattina, alle 11, è spirato serenamente nel sonno. Dopo i primi anni sotto la Loggia, nel 1984 aveva aperto con la moglie Lorella un bar tabaccheria in Strada Ovest, poi era tornato in centro con il famoso Frappe in Calmaggiore gestito per quasi 10 anni. Ritornato poi al Biffis, nel 2006 era approdato al vecchio mestiere di cameriere di ristorante da Alfredo in via Collalto dall'amico di sempre Arturo Filippini fino alla pensione.

Ultimo aggiornamento: 15:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci