Malore in casa a 56 anni: addio a Michela, l'animalista della Lav che fece rinascere il centro recupero della Marca

Venerdì 28 Gennaio 2022 di Brando Fioravanzi
Michela Ziero
1

TREVISO - Un malore improvviso l'ha portata via a 56 anni, senza lasciarle scampo. A perdere la vita, ieri mattina, 27 gennaio, Michela Ziero, volto noto fra gli animalisti della Marca, rappresentante del Cras (Centro Rercupero Animali Selvatici), oltre che membro del FIaip Veneto e titolare, dal 1995, di un'agenzia immobiliare in piazza Vittoria. Ziero si è spenta mentre si trovava in casa da sola, a Treviso stroncata da un malore, forse un infarto, che non le ha lasciato nemmeno il tempo di chiedere aiuto.

L'AMORE PER GLI ANIMALI
Laureata in Economia aziendale all'università Ca' Foscari di Venezia, Michela ha dedicato la sua vita agli animali meno fortunati e alla sua professione di agente immobiliare, districandosi sempre ottimamente tra i due impegni. «Abbiamo perso un punto di riferimento, in tutti i sensi. Una persona straordinaria che aveva messo al servizio delle nostre comuni battaglie, oltre alla sua passione, anche la sua capacità professionale - la ricordano i vertici della LAV nazionale - Non abbiamo parole per il dolore e l'incredulità. Ci mancheranno la sua preparazione, la sua pazienza nell'aiutare anche altre sedi locali e la sede nazionale. Abbracciamo la sua famiglia, con i suoi quattrozampe, e il nostro direttore generale, Roberto Bennati. Quanto ha seminato Michela nel trevigiano, tra cui la salvezza di tanti animali selvatici grazie al Centro recupero anche da lei recentemente fatto tornare a nuova vita, non scomparirà».

IL CORDOGLIO
Persona corretta, umile, estremamente disponibile con tutti e solare, oltre che altamente fiera del suo lavoro come volontaria, mancherà soprattutto alle amiche e colleghe della LAV Treviso di cui Michela era stata responsabile per i maltrattamenti: «Michela era una animalista convinta, sempre in prima linea per mettere in salvo ogni specie ferita di cui aveva notizia. Gli animali erano la sua seconda famiglia raccontano affrante dal dolore Michela Dugar e Iris Moneta . Ci mancherà moltissimo, ma continueremo a difendere con forza i suoi ideali, anche solo per farle onore e portare così avanti il suo credo animalista». La 56enne lascia nel dolore l'amato compagno, i parenti e tantissimi amici che, appena avuto contezza dell'accaduto tramite i social, si sono subito stretti intorno alla famiglia in questo momento di difficoltà facendo recapitare loro decine di messaggi di cordoglio. Le esequie di Michela si terranno con tutta probabilità sabato mattina, 29 gennaio, con una cerimonia laica presso la Casa Funeraria COF in Via Cittadella della Salute.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci