Partorisce in auto assistita dai Carabinieri dopo la telefonata del marito in panico

Martedì 27 Luglio 2021
Partorisce in auto assistita dai Carabinieri dopo la telefonata del marito in panico

MONTEBELLUNA - Provvidenziale intervento di soccorso dei Carabinieri di Montebelluna la notte scorsa: verso le 2.45 la Centrale Operativa ha ricevuto una richiesta d’aiuto per una donna di 31 anni che, a bordo di un'autovettura, stava per dare alla luce la propria figlia. A chiamare il 112 era il marito 36enne, trevigiano come la moglie, trafelato e preoccupato. Individuato il luogo da cui chiamava, una pattuglia ha subito raggiunto la strada principale di collegamento che da Volpago del Montello porta a Montebelluna, quindi, giunta in via Piave, all’altezza del Museo Civico, ha trovato l'auto in sosta con la coppia a bordo. Pochi secondi dopo la giovane donna, rotte le acque, ha dato la luce la neonata, assistita dai militari.

Nel frattempo era stato chiesto l’intervento del “118” e in pochi minuti è giunta un’autoambulanza con i sanitari del SUEM che constatate le buone condizioni di salute di madre e neonata, le hanno accompagnate in ospedale per il ricovero. Evidenti il sollievo e la gioia della giovane coppia del trevigiano: dopo il comprensibile spavento ha potuto godersi appieno la gioia per la nascita della figlia.

Ultimo aggiornamento: 11:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA