«Stavo per morire e sono guarito»
Un medico racconta il "miracolo"

Venerdì 28 Agosto 2015
Il santuario (dal sito ufficiale) e l'urologo Valerio Petterle
16

PEDEROBBA - Due operazioni per una improvvisa appendicite sfociata in peritonite, un quadro clinico generale di infezioni che lasciava poche speranze, febbre altissima per giorni, perfino l'estrema unzione e le ultime volontà. Poi le preghiere, e la guarigione, altrettanto improvvisa, nella Pasqua del 2007. Protagonista della vicenda l'urologo Valerio Petterle, 55 anni, noto medico vittoriese, in servizio negli ospedali di Conegliano e Vittorio Veneto: «Sì, sono un medico, un ricercatore che crede nella scienza e nella medicina ovviamente, ma credo anche nel soprannaturale, e posso dire di essere l'esempio di uno che è vivo davvero per miracolo».

La storia è datata, ma a riaccendere il ricordo di Valerio Petterle, è stata una recente intervista a una rivista che ha trattato ampiamente il pellegrinaggio-voto del medico, ogni anno il 4 giugno, al Santuario del Monfenera a Pederobba, la Medjugorje di casa nostra.

L'intervista al medico e altri servizi nel Gazzettino di Treviso in edicola sabato 29 agosto

Ultimo aggiornamento: 22:36

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci