Ruba le chiavi di casa dei genitori ​della ex: «Faccio esplodere il palazzo»

Ruba le chiavi di casa dei genitori  della ex: «Faccio saltare il palazzo»
TREVISO - «Faccio esplodere il palazzo»: scatta l'emergenza a Treviso per la chiamata di una donna alla sala operativa della questura. La donna ha riferito che il suo ex fidanzato le aveva preso le chiavi di casa dei genitori e le aveva mandato un messaggio su whatsapp minacciandola di aprire il gas per far saltare in aria lo stabile.

LA CATTURA
Le volanti, arrivate immediatamente nei pressi di Borgo Cavalli, hanno ispezionato la casa, non trovando nessuno; pochi istanti dopo un’altra volante ha rintracciato l'ex fidanzato non lontano, mentre provava a nascondersi tra le macchine parcheggiate. Dopo un breve tentativo di fuga, gli operatori sono riusciti a bloccarlo ed a sottoporlo ad un controllo.

UNO ZAINO PIENO DI OGGETTI RUBATI E UN MACHETE
L'uomo celava all’interno del suo zaino diversi oggetti idonei allo scasso, nonché numerosa refurtiva del furto appena effettuato, come ad esempio una carta di credito intestata al padre dell’ex fidanzata, una penna stilografica di valore, svariati francobolli. Inoltre, all’interno dello zaino, il soggetto deteneva anche un machete di oltre 30 centimetri.

I PRECEDENTI
Messo in sicurezza e trasportato in Questura, i poliziotti lo hanno identificato per M.L., 45 enne di origine campane, persona nota alle forze dell’ordine con diversi precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e percosse, maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata. Il soggetto, affetto da problemi psicologici legati alla conclusione del suo rapporto con l’ex fidanzata, dava più volte in escandescenza, aggredendo gli operatori e ponendo in essere atti auto-lesionistici. Veniva a questo punto immediatamente trasportato al Pronto Soccorso per essere sottoposto ad accertamenti medico sanitari.

L'ARRESTO
Alla luce dei diversi precedenti del soggetto, tenuto conto anche della sua pericolosità, dimostrata anche dalle precedenti minacce all’ex compagna e dalla detenzione di un coltello di grosse dimensioni, M.L. è stato  tratto in arresto per il reato di furto in abitazione e denunciato per furto (delle chiavi di casa), minaccia aggravata e porto di armi o oggetti atti ad offendere e trattenuto presso le celle di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo odierno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 19 Settembre 2018, 13:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ruba le chiavi di casa dei genitori ​della ex: «Faccio esplodere il palazzo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2018-09-21 15:44:09
Infatti vi abbiamo dato un lavoro una casa e vi abbiamo pure civilizzati dovreste ringraziarci per generazioni e generazioni
2018-09-20 13:59:45
Invece il flusso migratorio da voi non c'è stato anche perché noi veneti non avevamo nessun motivo per venire giù da voi eravamo troppo impegnati nel ricostruire nel ripartire nel dare benessere alle nostre terre dopo la guerra non a grattarsi e aspettare la manna dal cielo come vostra abitudine
2018-09-20 20:29:43
A coso.......ma le fabbrichette del nord negli anni '60-70 chi vi aiutava a mandarle avanti,malgrado il "non si affitta ai meridionali"?I marziani?
2018-09-20 09:13:35
Chissà perché sulla cronaca di Napoli non sono mai coinvolti veneti mentre al contrario telecronaca del Veneto sono i coinvolti molti campani
2018-09-20 11:31:14
Se ci fosse stato un analogo flusso migratorio da nord a sud,avremmo un ugual numero di notizie di anime belle venete che anziché combinare le loro marachelle sotto la sottana di mammà,le combinerebbero ai piedi del Vesuvio.Non ci vuole una laurea in sociologia,ma mi rendo conto dei danni della pellagra nel dopoguerra dalle tue parti.