Lunedì 4 Febbraio 2019, 09:54

Nuotatore ferito. Soccorsi lentissimi «Mio figlio 25 minuti agonizzante a terra»

Nuotatore ferito. Soccorsi lentissimi «Mio figlio 25 minuti agonizzante a terra»

di Francesco Coppola

MORGANO - La notizia del ferimento del 19enne nuotatore Manuel Mateo Bortuzzo, nelle prime ore di domenica nei pressi di Roma, ha travolto tutti. Familiari, certo, amici, colleghi. Soprattutto per le modalità. Di mezzo c'è quasi certamente un errore di persona. E, se non bastasse, giallo nel giallo, sembra che anche i soccorsi siano arrivati con colpevole ritardo. «L'ambulanza ci ha messo 25 minuti, forse di più - dice un frastornato ma speranzoso Franco Bortuzzo, papà di Manuel Mateo - Mio figlio si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato, ma i suoi amici mi dicono che quell'ambulanza non arrivava mai».
 
 


Colpito da un proiettile, il ragazzo era a terra privo di conoscenza. Soccorsi più tempestivi avrebbero forse reso meno drammatico lo scenario delle ore successive. Ma sono ipotesi. Intanto anche tecnici e dirigenti delle società nelle quali l'atleta aveva gareggiato fin dalla giovanissima età, si stanno stringendo attorno alla famiglia. Manuel aveva vissuto negli ultimi anni a Treviso, a Morgano, ma è nel
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nuotatore ferito. Soccorsi lentissimi «Mio figlio 25 minuti agonizzante a terra»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-02-04 18:31:23
Roma rimane sempre uguale, non cambierà mai!
2019-02-04 12:38:34
Quando succede una tragedia l'arrivo dei soccorsi sembra sempre interminabile. I registri del 118 daranno i numeri esatti. Certo che se tagli le postazioni del 118, mezzi e personale e, SOPRATTUTTO, hai decine di ambulanze IMMOBILIZZATE in Pronto Soccorso perche' NON hanno barelle e spazi per prendere in carico i pazienti trasportati (NON si tratta solo di scaricare il malato, bisogna che ci sia qualcuno che lo assiste e se gli infermieri del PS NON bastano se ne deve occupare l'equipaggio dell'ambulanza) quando poi un mezzo serve davvero NON arriva mai. Senza contare i mezzi impiegati in trasporti "non urgenti" davvero, ma tali solo in chi ha chiamato il 118 perche' "non ha l'auto" per andare in PS. italia
2019-02-04 14:21:58
non vorrei che ci fosse anche il "112" numero unico emergenza a "complicare gli affari semplici" che chi prima voleva i "pompieri" chiamava subito il 115 dove rispondeva un vigile del fuoco in caserma TS e non un operatore "generico" (dispatcher) che poi deve girare al "servizio" richiesto [poi mi pare sia un "centro" NUE in ogni regione che so "Palmanova" per tutto il FVG