Giovedì 6 Giugno 2019, 09:28

Manager veneta offesa in aeroporto a Francoforte: «Qui non siamo tra i Casalesi»

Barbara Filini Rota, trevigiana, ha 36 anni e si occupa di risorse umane di una nota azienda italiana.

di Valentina Dal Zilio

TREVISO - «Qui non siamo nel paese dei Casalesi». Parole pesanti come macigni quelle che una professionista trevigiana si è sentita rivolgere dall'addetto ai controlli di sicurezza all'aeroporto di Francoforte. Addirittura «discriminatorie». Perché il bagaglio era perfettamente in regola e quell'attacco del tutto gratuito e ingiustificato. Così la professionista trevigiana ha presentato un reclamo formale alle autorità aeroportuali. «Viaggio da sempre, conosco e seguo le regole - ha detto categorica - E non accetto il razzismo. Quell'addetto alla security non ha insultato solo me, ma tutti gli italiani per bene». 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Manager veneta offesa in aeroporto a Francoforte: «Qui non siamo tra i Casalesi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 78 commenti presenti
2019-06-07 12:49:53
Se avesse detto ad in Americano "non siamo il paese di Al Capone" sarebbe successo il finimondo. Per fortuna che siamo nell'Europa Unita...o no?
2019-06-07 09:32:28
da quando salvini ha emesso un ordine di non far parlare chi non è allineato al suo pensiero unico marxista?
2019-06-07 06:47:25
E che cosa avrebbero detto di tanto offensivo????I giornali li leggono anche in Germania e tra notizie di sporlitici ladri,camorristi,mafiosi l'italia e' da podio(1)....quindi hanno detto solo la verita'!!!!se ne faccia una ragione,troppo permalosa la manager.
2019-06-07 05:56:23
sono stato più volte in giro per il mondo da una quarantina di anni fa, mi hanno spesso apostrofato come "tu ciciliano mafioso", ed io dovevo sempre discolparmi dicendo: "pultloppo io veneto, io non mafioso e non italiano, io veneto doc.
2019-06-07 14:14:45
...e loro giù a ridere!