Venerdì 29 Novembre 2019, 09:19

Trevigiana morta a Capo Verde: «L'ho presa a schiaffi, poi è caduta»

Trevigiana morta a Capo Verde
«L'ho presa a schiaffi, poi è caduta»
Fermati Coppola e un socio milanese
TREVISO Ha confessato solo di averla spinta e lei sarebbe caduta, sbattendo la testa. Ma non voleva ucciderla. Gianfranco Coppola, 48enne di origini romagnole dal fisico statuario, ex istruttore di kick boxing e buttafuori, è l'uomo che si trova in stato di fermo per l'omicidio di Marilena Corrò, la 52enne trevigiana trovata cadavere nella cisterna dell'acqua del suo Bed & Breakfast di Capo Verde.

LEGGI ANCHE Il ritratto di Gianfranco Coppola: «Violento, una bomba a orologeria»
 

Lui è noto in tutta l'isola dove si è trasferito da 10 anni ed è stato protagonista di pestaggi e aggressioni. Quando ha visto le manette ai polsi del suo socio Pierangelo Zigliani (misura cautelare in carcere per entrambi confermata oggi n.d.r.), con il quale aveva preso in gestione dalla donna, 6 mesi fa, la struttura, ha fornito agli inquirenti una prima ammissione: «Marilena l'ho colpita io - avrebbe detto -. Ma non ho usato alcun corpo
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Trevigiana morta a Capo Verde: «L'ho presa a schiaffi, poi è caduta»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 46 commenti presenti
2019-11-29 20:11:43
Se stiamo insieme ci sara' un perche'...
2019-11-29 19:53:03
L’articolo parla di due soci gestori da 6 mesi
2019-11-29 16:56:07
Collegare il cervello alla tastiera. Solo questione di soldi, la signora aveva ceduto il locale e il tipo non pagava
2019-11-29 21:08:18
Em caro mio, ma qui siamo in veneto troppo impegnativo leggere o vedere qualche altra fonte; meglio il passaparola in ostaria co' 'na brocca de prosecco davanti.
2019-11-29 16:42:03
gli storditi abbondano... nessuno che riesca a capire che non fosse il suo amante ma l'acquirente di un immobile.