Giovedì 14 Giugno 2018, 11:35

Onda di acqua e fango: 50 famiglie ostaggio dell'inondazione

PER APPROFONDIRE: conegliano, inondazione, maltempo
Onda di acqua e fango: 50 famiglie ostaggio dell'inondazione

di Elisa Giraud

CONEGLIANO - Che non ci sia stata alcuna vittima, è un miracolo. È la prima cosa da dire sull'inondazione che ieri notte ha colpito l'area ai piedi della Valbona, tra via dei Marsiglion, via Podgora e via dei Collalto, a Parè di Conegliano. La sorte ha voluto che l'onda di acqua e fango, formata dal torrente Valbona esondato per un paio di chilometri, si sia abbattuta sulla zona a notte fonda, quando in strada non c'era anima viva. Nessuna vittima ma tanti danni. Ingenti. Una cinquantina le famiglie che si sono ritrovate l'autorimessa e il pianoterra delle abitazioni semisommerse. I vigili del fuoco, con squadre da tutta la provincia, hanno lavorato dalle 3 alle 15 per prosciugare scantinati e mettere in sicurezza strade e ponti. Riguardo a questi ultimi, sono intervenuti in via delle
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Onda di acqua e fango: 50 famiglie ostaggio dell'inondazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti