Sabato 15 Settembre 2018, 11:21

Michele, morto asfissiato al lavoro, allenava i ragazzi a calcio

PER APPROFONDIRE: ferrazzo, infortunio, maserada, michele, treviso
Michele, morto asfissiato, allenava i ragazzini a calcio. «Li considerava come suoi figli»

di Alessandro Vecchiato

MASERADA - Dopo ogni giornata di lavoro, Michele Ferrazzo poteva finalmente indossare gli scarpini da calcio, e correre dai quei ragazzi che considerava come figli. Il gioco del calcio è stata la passione di una vita, iniziata a suo tempo come giocatore per poi approdare sulle panchine da allenatore, nel settore giovanile. Ormai da qualche anno, dopo aver allenato i ragazzi nella zona del pordenonese, è ritornato verso nel Trevigiano, nella società calcistica dell'Ardita Breda. Quest'anno, dopo l'esperienza di due anni nell'Ardita, era sulla panchina dei Giovanissimi della scuola Calcio di Musile di Piave. Una passione che è passata di padre in figlio: Mattia, giovane centrocampista della Zensonese, ha seguito le orme del papà, che lascia anche la compagna.
Una persona che aveva a cuore i ragazzi, sempre gentile e spontanea: così lo ricordano i dirigenti dell'Ardita, con cui ha collaborato per due anni, prima come allenatore dei giovanissimi nella stagione sportiva 2016/2017, e poi alla guida degli allievi classe 2002.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Michele, morto asfissiato al lavoro, allenava i ragazzi a calcio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti