Piomba in moto sulle auto in coda: è in fin di vita

Sabato 30 Maggio 2020 di Luca Anzanello
1

CONEGLIANO - Ancora un grave incidente nel coneglianese dopo quello che giovedì è costato la vita, a Mareno, al ciclista Italo Perenzin. Un motociclista è stato trasportato in condizioni critiche, con l’elicottero, all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso dopo una spaventosa carambola fra tre mezzi avvenuta poco dopo le 19 di ieri in viale Italia, lungo la circonvallazione cittadina tra il ponte sul fiume Monticano e l’incrocio semaforico con via Vital.

LA RICOSTRUZIONE Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, i cui rilievi sono stati affidati alla Polizia locale, intervenuta sul posto con due pattuglie, A S., un 46enne residente in città al volante di una Honda 400 F che proveniva dalla Ferrera ed era diretto verso San Vendemiano, avrebbe sorpassato un’auto all’altezza del ponte, che forma un dosso, non accorgendosi che altre vetture erano ferme in coda all’incrocio con via Vital, il cui semaforo dava luce rossa a chi percorreva la circonvallazione. La presunta distrazione avrebbe reso inevitabile il tamponamento tra la moto di grossa cilindrata e un’Audi A3 che era ferma alla fine della coda. L’impatto sarebbe stato violento al punto tale da sbalzare il centauro dalla sella e a farlo rotolare sopra il tetto dell’Audi, finendo infine contro una Seat Leon che la precedeva nello stesso incolonnamento. Alla guida dell’Audi c’era un 66enne di Conegliano, a quella della Seat un 35enne di Mareno di Piave.

I SOCCORSI L’urto ha provocato gravi ferite, soprattutto alla testa e al volto, al motociclista, che è comunque stato trovato cosciente dai soccorritori. Sarebbe anche riuscito a fornire le proprie generalità al personale medico e paramedico, che ha trasportato con l’elisoccorso del Suem 118, atterrato sul prato del vicinissimo Camping Club, il ferito all’ospedale del capoluogo. La complessità dell’incidente e dei rilievi che ne dovranno accertare l’esatta dinamica, ma anche le operazioni necessarie a rimuovere la moto incidentata con il carro attrezzi e a pulire il manto stradale dai detriti hanno richiesto la chiusura della Pontebbana per quasi un’ora. Il traffico, a quell’ora sostenuto, è stato di conseguenza deviato sulle vie interne Manin e Vital con forti rallentamenti in entrambe le direzioni. Ha contribuito anche la curiosità dei presenti per capire i motivi delle code e della presenza dell’elicottero del Suem.

Ultimo aggiornamento: 14:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA