Incidente d'auto in Perù: morto il missionario David Facchinello, aveva appena compiuto 48 anni

Venerdì 27 Maggio 2022 di Benedetta Basso
Don David Facchinello, il missionario salesiano morto in un incidente d'auto in Perù

LORIA - Un tragico incidente sulle strade del Perù: così è morto il missionario salesiano don David Facchinello. La terribile notizia è arrivata poco dopo le 21 di mercoledì 25 maggio. Il parroco di Loria, Enrico Prete, avvisato dai familiari di don David, ha sospeso gli incontri serali e, appena terminata la messa, si è diretto in via Callalta dove si è trattenuto con mamma Marinella, papà Ivone e la sorella minore fino a tarda notte. Lo strazio è enorme non solo in famiglia ma anche nella comunità.


LA TRAGEDIA

Don David aveva compiuto 48 anni da pochi giorni e mercoledì dal suo villaggio, nel cuore delle Ande, si stava dirigendo verso l’aeroporto di Cuzco per partecipare all’apertura del Capitolo ispettivo dei salesiani, una riunione che si teneva nella capitale Lima. Ma non vi è mai arrivato. La tragedia è avvenuta lungo una strada scoscesa nel comune di Amparaes. La stava percorrendo a bordo della sua auto, una sorta di pick up con la quale era partito da Quebrada Honda, la località dove prestava servizio nella parrocchia di Santa Maria Ausiliatrice. Gli altri salesiani, non vedendolo arrivare, hanno lanciato l’allarme e il corpo di David, assieme all’auto distrutta sarebbero stati ritrovati in fondo a un burrone. «Padre Facchinello era arrivato in Perù come missionario salesiano 5 anni fa. Da allora si è consegnato generosamente alla missione nella zona della valle di Yanatile. La sua morte così improvvisa ci colpisce duramente e ci lascia un po’ più soli -è il ricordo dei salesiani- David ci ha lasciato con 48 anni di vita appena compiuti, 28 anni di servizio salesiano e stava per compiere i suoi 20 anni di sacerdozio, il 21 giugno. Giorni fa abbiamo assistito all’affetto della sua comunità e della sua gente durante il suo compleanno».


IL DOLORE

David era tornato nella natale Loria 7 anni fa e l’ultima volta un anno e mezzo fa, incontrando i giovani con il suo profilo semplice e modesto, il suo grande spessore umano e spirituale. Un sorriso che a Loria ha conquistato tutti. Ieri sera, come da tradizione, si sono tenute le Sante Messe nei capitelli delle varie frazioni. Proprio in uno di questi, vicino all’abitazione dei genitori di David, scossi e feriti dalla terribile perdita, verrà ricordato, così come in via Sega a Castione, dove in molti lo ricordano come l’animatore del Grest. Anche don Enrico Prete, parroco del paese, scosso e desolato ha annunciato la morte di David suonando le campane: «Tante persone lo sentivano come un padre, un fratello, un amico» dice. Il sindaco Simone Baggio non nasconde il suo dolore. «Ci stringiamo attorno alla famiglia e alla comunità che con questa perdita subisce un duro colpo. Siamo molto addolorati. Me lo ricordo bene don David, una persona splendida. Eravamo quasi coetanei e stava facendo cose straordinarie in terre lontane. Questo evento tragico lo ha portato via troppo giovane. Poteva ancora dare tanto e ha dato la vita a chi è meno fortunato di noi».

 

Ultimo aggiornamento: 07:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci