Imoco, miracolo supplementare: dopo due settimane di stop per Covid le pantere tornano a macinare punti

Lunedì 31 Gennaio 2022 di Luca Anzanello
Imoco, miracolo supplementare: dopo due settimane di stop per Covid le pantere tornano a macinare punti

VILLORBA - A due settimane dall'ultima apparizione in campionato (e in assoluto) contro Roma, e superato il focolaio Covid nel gruppo squadra, la Prosecco Doc Imoco torna a macinare punti ottenendone 3 ai danni di una Vbc Casalmaggiore arrivata al Palaverde ai minimi termini: alla lungodegente (per problemi fisici) Rahimova si sono aggiunte le assenze dell'ultima ora, per Covid, di capitan Marta Bechis e della banda Linda Mangani: sono solo 10, perciò, le ragazze a disposizione di coach Martino Volpini, applaudito ex di turno visto il suo contributo al poker di trofei dell'anno scorso. Sull'altro fronte, è di fatto una ItalImoco quella che Daniele Santarelli manda in campo dall'inizio, con la sola Vuchkova non azzurra, schierata accanto a Folie a presidio della prima linea. In regia, Gennari sostituisce Wolosz. De Kruijf è in borghese per un risentimento a un polpaccio, il suo posto a referto è preso da Munarini.


LE PROTAGONISTE

Sia pure a ranghi ridotti, Casalmaggiore fa subito capire di non essere venuta in scampagnata: è la vice Rahimova, la giovane Malual, a trovare il mani out che dà avvio alle danze. Tra le ospiti non mancano individualità interessanti, le marcature strette impediscono a Egonu di passare sempre (murone da Guidi), ma è la Paola nazionale ad azionare a sua volta la modalità muro-tetto: sul 10-7 Volpini ferma il gioco e gli scambi successivi gli danno ragione con 3 punti di fila che valgono il pareggio. Il set procede a strappi, quello decisivo è firmato Prosecco Doc Imoco e arriva a metà del parziale, con Sylla onnipresente ed Egonu che trova l'ace capace di intimidire la Vbc. Malual continua a trovare punti pesanti che riportano le ospiti a 2. Santarelli capisce la situazione e ferma il gioco, trovando al rientro il break decisivo: un 8-1 che manda le squadre al cambio di campo, anzi no viste le regole anti Covid che inchiodano i sestetti nella metà campo iniziale per tutta la partita, e quindi con l'Imoco sempre sotto la nord.

LE OSPITI

Le ospiti prendono confidenza con il campo e, supportate da un manipolo di tifosi giunti dalla Lombardia, trovano il vantaggio in apertura di secondo set con un ace (fortunato) di Braga. Il parziale vede alternarsi colpi pregevoli a errori marchiani, e nessuna delle due formazioni riesce a prevalere chiaramente sull'altra. I tifosi di casa sperano nel break di metà set anche in questa frazione, che però non arriva. Malual prende coraggio, e insieme a Shcherban è il terminale d'attacco preferito da Di Maulo. La millennial di Casalmaggiore mura Sylla e trova il 21-20 per le ospiti. Santarelli non si scompone e per tutta risposta manda in campo Courtney, direttamente al servizio. Un lob di Malual trova impreparata Conegliano, che poi si affida alle sue fuoriclasse: primo tempo di Folie, super ace di Egonu, ancora Folie e Sylla che attacca sulla linea dei 9 metri danno l'agognato 2-0 all'Imoco. La Vbc tiene duro anche in avvio di terzo parziale, ma è una resistenza che cozza con il maggiore tasso tecnico delle pantere di casa, che possono permettersi anche un turnover di qualità. E così Sylla, Mvp di giornata, è gigantesca a muro e procaccia la fuga iniziale che si rivelerà già decisiva. L'ace di Gennari (18-12) fa finire in anticipo la partita, ulteriormente accorciata dalla fallosità delle lombarde al servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci