Appello Imoco: «Riaprire i palazzetti (con i green pass) o il volley muore» Lanciata la campagna

Giovedì 19 Agosto 2021 di Luca Anzanello
Appello Imoco: «Riaprire i palazzetti (con i green pass) o il volley muore» Lanciata la campagna

CONEGLIANO - «Così il volley muore». Dove così significa in soldoni «con un numero di spettatori ammessi troppo basso per potere andare avanti». Nel giorno in cui in casa Imoco torna il sorriso alla luce degli esiti tutti negativi del nuovo giro di tamponi effettuato dal gruppo squadra (lunedì una positività asintomatica, oggi ulteriori test), il club punta di diamante della pallavolo femminile italiana e internazionale, insieme ad altri club, invita tifosi e appassionati a firmare la petizione online per chiedere misure in grado di ripopolare i palazzetti ben oltre quel 35% governativo che secondo il co-presidente dell'Imoco Pietro Maschio «non farebbe quadrare i conti» dei club. «Vogliamo tornare a giocare con il nostro pubblico, firma anche tu!!» è l'appello che accompagna l'immagine cruda di un coltellaccio che squarcia un pallone di volley, dal quale fuoriesce del sangue.

L'APPELLO
«Chiediamo solo ci sia consentito di tornare nei palazzetti con Green pass e mascherina recita l'accorato appello Chiediamo solo che non si perdano migliaia di posti di lavoro nello sport. Chiediamo solo che non si depauperi l'enorme ricchezza umana e sociale dello sport di base. Le Olimpiadi sono state la testimonianza dell'immenso valore dello sport, di tutti gli sport; si diano segnali incontrovertibili di pari dignità. Il calcio muove il Pil, il volley forse no, ma siamo certi che desertificare queste discipline sia la strada giusta per l'agognata ripartenza? Così il volley muore».

Il link a cui firmare è questo (Clicca qui)  . Le adesioni sono già numerose, come era prevedibile. Perché, fa chiarezza Maschio, «senza i palazzetti pieni è impossibile andare avanti. Dopo che il governo ha proposto di riempire al massimo il 35% dei seggiolini abbiamo provato a fare i conti in tutte le salse. Nella scorsa stagione gli aiuti sono stati al limite del ridicolo rispetto alle perdite effettive, ma questo probabilmente è stato un problema non del governo o di altri bensì nostro, e lo abbiamo affrontato consapevolmente. L'anno scorso tutti ci siamo venuti incontro riducendo qualsiasi voce possibile e immaginabile. Adesso no, adesso si paga. E ora che i vaccini ci sono, ci aspettavamo una maggiore comprensione da parte del Governo o del Cts».

Per alzare ulteriormente il livello di sicurezza del pubblico al Palaverde, Imoco Volley sarebbe disposta, spiega sempre Maschio, a introdurre una misura ancora più severa per regolare gli accessi: «Per una maggiore tranquillità di tutti abbiamo proposto di ammettere al palazzetto solo persone a cui siano state somministrate due dosi di vaccino. Siamo disposti ad essere ancora più severi rispetto alle norme, perché assistere a una partita di pallavolo deve essere un piacere, perciò bisogna essere sicuri all'ennesima potenza. Però ammonisce il dirigente gialloblù i club devono avere la possibilità di lavorare, perché con il 35% di pubblico i costi non li paghi, e con il 50% paghi solo quelli vivi. Questo sarebbe un problema anche per una società sana come la nostra, così come per qualsiasi squadra di serie A che pratica sport nei palazzetti. Per tutte, la biglietteria è fondamentale per fare quadrare i conti. 

TEST NEGATIVI
La nota lieta, ieri all'Imoco Village, è arrivata dal nuovo giro di test molecolari che ha riguardato il gruppo squadra. «I risultati sono tutti negativi ha reso noto il club c'è quindi ottimismo, dopo tre giorni di allenamenti in casa via Zoom, per la ripresa dell'attività con i primi allenamenti in palestra». Oggi giovedì rispettato il giorno di riposo già programmato dallo staff tecnico, ma in mattinata ci sarà un altro giro di tamponi per il gruppo squadra. Se verranno confermati i risultati di ieri, da domani si riprenderà con il programma originario di allenamenti nella palestra di Rua di Feletto. Oggi pomeriggio, risultati dei nuovi tamponi alla mano, verrà comunicato il programma definitivo della giornata di venerdì. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA