Pantere in fuga: Egonu vince e se ne va, destinazione Turchia. L'Imoco stellare perde anche Folie e Sylla

Giovedì 12 Maggio 2022 di Alice Bariviera
Paola Egonu

CONEGLIANO - Lo scudetto è storia. Le Super Finals di Lubiana il prossimo obiettivo per cui combattere e, di fatto vedere per l'ultima volta giocare l'invincibile armata insieme. La società gialloblù, dopo sei anni, andrà incontro ad una rifondazione con molte delle sue colonne pronte a raggiungere altri lidi. La stella Paola Egonu ha già confermato che nella prossima stagione non giocherà in Italia. A sancirlo la scritta sulla telecamera dopo la vittoria del tricolore e del titolo MVP delle finali scudetto: è solo un arrivederci. Per lei si aprono le porte della nemica europea numero uno delle pantere: il VakifBank Istanbul. Valzer degli opposti in questo caso, perché proprio dalla squadra turca arriverebbe alla corte di coach Santarelli Bella Haak, considerata la più forte alle spalle di Paola.
Addii anche da parte di Folie e Sylla entrambe date con destinazione Monza. Se la prima si è commossa sotto la curva gialloblù in occasione di gara 3, la seconda invece ha dichiarato di indossare ancora la maglia di Conegliano e voler vincere un'ultima coppa. Tra le big però anche importanti conferme come quella del capitano Asia Wolosz, della regina De Kruijf per la stagione e della veterana Moki De Gennaro che andrà a vestire la maglia di libero gialloblù per il decimo anno consecutivo. Resterà nella Marca anche la schiacciatrice Plummer che tanto bene ha fatto nella serie di finale scudetto, in banda poi un altro graditissimo ritorno, quello di Kelsey Kesha Robinson protagonista mai dimenticata del primo storico scudetto coneglianese. Rivoluzione per quanto riguarda le seconde linee, con Frosini e Gennari pronte a dire la loro a Bergamo, Caravello potrà mettere in mostra tutte le sue qualità come titolare a Cuneo, Omoruyi diventerà una farfalla di Busto Arsizio, Vuchkova sonderà il mercato europeo e Courtney dovrebbe appendere le ginocchiere al chiodo per allenare negli Stati Uniti.

LINEA TECNICA
Si parla già di ciclo che finisce, e la sensazione è che le nuove pantere dovranno fare i conti con i paragoni a una formazione che non aveva eguali in Italia e nel mondo. Per gli addetti ai lavori però, Conegliano resterà la squadra da battere, con nomi altisonanti gestiti da un allenatore giovane, competente e talentuoso. La panchina gialloblù infatti non si tocca: coach Santarelli è pronto a far risuonare ancora l'ormai famosa canzone se saltelli vince Santarelli al termine di ogni gara al Palaverde. Il tecnico umbro avrà un'estate particolarmente attiva visto che dovrà guidare la fortissima nazionale serba impegnata nel mondiale dal 23 settembre al 15 ottobre tra Olanda e Polonia. Tra i cambiamenti per la prossima stagione sembra arrivare dirompente anche quello delle avversarie. Se gli ultimi anni il binomio Conegliano- Novara ha fatto da padrone nel panorama italiano -e talvolta europeo- sembra proprio che la storia sia destinata a cambiare con Monza che si candida ad essere la rivale numero uno per Wolosz e compagne. Lo sarà sicuramente nel primo trofeo che la stagione mette in palio, la Supercoppa italiana.
 

Ultimo aggiornamento: 16:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci