Grotte del Caglieron, da oggi si paga: l'ingresso a 3,5 euro

Domenica 19 Luglio 2020 di Claudia Borsoi
NUOVO INIZIO Il parco naturalistico delle grotte del Caglieron meta di numerosi visitatori

FREGONA Scatta da oggi, domenica, la gestione a cura della Pro Loco di Fregona del parco delle Grotte del Caglieron. E la prima novità, che nei giorni scorsi ha animato il dibattito in paese e non solo, è l’introduzione di un biglietto di ingresso. Per visitare le grotte scavate dal torrente Caglieron e plasmate da mani umane per estrarre la “piera dolza” da oggi si pagano 3,50 euro. Inizialmente, basandosi sul bando di gara indetto dal Comune di Fregona, si era parlato di un biglietto di 5 euro. «Nonostante i costi di gestione e di manutenzione siano ingenti – afferma la presidente della Pro Loco Francesca Bertolin - abbiamo voluto per un primo periodo un biglietto ridotto. Valuteremo nei prossimi mesi quali sono i reali costi della gestione delle grotte e, se servirà, ritoccheremo il prezzo».

IL COMUNE
Il Comune di Fregona, dopo avviso pubblico e bando di gara, ha assegnato alla Pro Loco la gestione del sito naturalistico per un anno. L’associazione è stata l’unica a rispondere al bando, proponendo un progetto che rispondesse alle direttive comunali. Rispetto al passato – la Pro Loco aveva già gestito le grotte per tre stagioni, l’ultima volta nel 2019 -, ora al gestore viene chiesto non solo di garantire l’attività di info-point ai visitatori, ma anche di offrire dei servizi aggiuntivi, dalla vendita di prodotti tipici al piccolo ristoro, alle visite guidate, attività didattiche, oltre a curare e custodire il sito, attività quest’ultime che in passato venivano svolte dal Comune con propri operai o con ditte esterne. Inoltre la Pro Loco da oggi garantirà un servizio di apertura quotidiano del sito, dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 18, mentre in passato l’accesso alle grotte non aveva orari. «Se l’area attorno alle grotte rimarrà sempre percorribile – spiega Bertolin - la forra da oggi viene chiusa dalle 18 alle 10 per questioni di sicurezza». Un dispositivo impedirà quindi ai visitatori di poter accedere al cuore delle grotte a qualsiasi ora del giorno.

IN SINERGIA
«Lavoreremo in sinergia con tutti gli attori del territorio – prosegue la presidente della Pro Loco – e credo sia importante che le risorse rimangano nel territorio. Eventuali introiti li andremo ad investire nel progetto di valorizzazione e di sviluppo turistico delle grotte e del nostro territorio fregonese, perché c’è ancora tanto da fare. Alla luce dell’importante impegno richiesto per gestire le grotte, ci avvarremo non solo di volontari, ma anche di alcune persone, il cui numero è al momento in fase di definizione anche in base alla mole di lavoro che emergerà, che saranno assunte. Voglio personalmente ringraziare tutti i volontari per l’impegno e l’entusiasmo messi in questo nuovo progetto».

LE VISITE
Le grotte del Caglieron sono visitabili tutti i giorni dalle 10 alle 18 e in occasione di allerte meteo diramate dalla Protezione Civile potranno essere chiuse. La biglietteria è aperta dalle 10 alle 17. Da oggi, 19 luglio, il biglietto d’ingresso è di 3,50 euro, gratuito per i bambini fino ai 13 anni non compiuti. Non pagano nemmeno i portatori di handicap, i residenti nel comune di Fregona, gli operatori con attività nel comune di Fregona, i giornalisti e i blogger. Oggi, dunque, il primo banco di prova della nuova gestione. «Tutto è pronto – prosegue Bertolin - Con la biglietteria riusciremo anche a controllare l’afflusso di persone, evitando così assembramenti e rispettando le misure per il contenimento del coronavirus. I percorsi sono tutti in sicurezza. Sono certa che saremo premiati dai visitatori». L’arrivo del biglietto alle grotte finirà anche in consiglio comunale con un’interpellanza della minoranza “De Luca sindaco” che proprio dieci giorni fa aveva anticipato la novità. «Non comprendiamo però – afferma il consigliere Matteo De Luca – come mai il biglietto non sia da 5 euro come indicato nel bando. Perché questo cambiamento?».

Ultimo aggiornamento: 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA