Il Giro sbarca in Veneto aggirando il Grappa: la tappa che porta al cuore della Marca

Da Borgo Valsugana a Treviso, toccando il Vicentino Nord e attraversando il Feltrino e la Valle del Piave. Poi si scollina nelle verdi aree del Prosecco, quindi il Muro di Ca' del Poggio e la volatona sul capoluogo. La promessa dei trevigiani Vendrame e Modolo: "Noi ci proviamo"

Giovedì 26 Maggio 2022 di Redazione Web
Carapaz in rosa alla partenza da Borgo

TREVISO - Il Giro sbarca nel Veneto. Oggi la corsa rosa entra nella regione attraverso il Vicentino, per poi affrontare un percorso nervoso con diversi strappi e strappetti nel Feltrino e nel Trevigiano, con la 18. tappa Borgo Valsugana-Treviso di 156 km. Una tappa considerata "facile", ma il Muro di Ca' del Poggio a 54 km dall'arrivo tutti in lieve discesa potrebbe fare una selezione e permettere una fuga problematica ma non impossibile verso il traguardo.

L'ininerario dei 156 chilometri

Il via dalla ridente cittadina trentina della Valsugana alle 13.35, poi l'arrivo nel Veneto a Primolano, la frazione di Cismon più a nord di Valbrenta. Da qui i ciclisti devono attaccare le storiche "scalette" di Primolano, arrivando nel Bellunese sul versante nord del Grappa. Per poi toccare Arsiè, Fonzaso, Seren del Grappa, Fonzaso, Feltre. Quindi giù nella valle del Piave verso la Marca attverso Quero e Ponte di Fener, quindi il passaggio nella vinicola Valdobbiadene e nelle "sorelle" Soligo, Pieve di Soligo Refrontolo. Subito dopo ecco il Muro di Cà del Poggio, ultimo strappo impegnativo prima di scendere nel piano e da Susegana buttarsi vero Treviso passando per Ponte della Priula, Spresiano, conquistando Treviso nel circuito cittadino costruito su viale della Repubblica  e San Pelaio.

In città la corsa affronta un circuito di circa 11 chilometri su strade per lo più larghe e adatte a "contenere" il pubblico degli appassionati. Un finale adatto agli sprinter se qualche coraggioso non proverà ad arrivare in fuga.

Il percorso e l'altimetria

Gli orari di passaggio

Treviso si attende molto

Treviso imbandierata in rosa è pronta alla grande giornata, che il vicesindaco ritiene rilevante per la visibilità a sostegno del marketing territoriale: «Il Giro è un evento importante, internazionale e per una città capoluogo come Treviso essere al centro dell'attenzione, al centro delle cronache, è molto importante» dice De Checchi.

Il circuito finale di 16 km

Il Giro piomba a Treviso in viale della Repubblica. Passa di fronte all'azienda di Pinarello, per poi girare in Strada di San Pelaio, via delle Verine e tornare verso il centro attraverso Strada Santa Bona Vecchia, un altro breve tratto di Strada Ovest e quindi Viale Monfenera. Una volta imboccato viale F.lli Cairoli i corridori percorrono il Put in senso opposto, passando una prima volta sotto la linea del traguardo, posto in Viale Nino Bixio, e quindi riprendono il circuito di 16 km tramite Via Piave, Viale Brigata Treviso e Viale Felissent. Da lì di nuovo in viale della Repubblica da dove affrontano una seconda volta le strade precedentemente attraversate. L'arrivo, tra le 17 e le 17.30 (la tabella ufficiale dice 17.23) a pochi metri da Porta San Tomaso e dalla sede della gloriosa Uc Trevigiani.

I protagonisti di casa: "Ci proviamo"

Due soli i trevigiani in corsa ma tanti negli staff dei team, in qualità di direttori sportivi e personale tecnico. Promettono di tentare il colpo di teatro Andrea Vendrame (Ag2r) e Sacha Modolo (Bardini Csf Faizanè). Modolo, 34 anni originario di Mareno, ormai è alla sua 167. tappa al Giro e nella frazione terminata a Reggio Emilia, vinta dal padovano ex Zalf, Alberto Dainese, è tornato ad assaporare la testa del gruppo in volata e la top ten conquistando un 8° posto. «A Treviso, voglio essere presente lì davanti. Il tracciato lo conosco alla perfezione e mi piacerebbe fare un regalo ai miei fan». Andrea Vendrame, 27 anni di Santa Lucia di Piave, è alla quinta presenza al Giro. Lo scorso anno vinse la tappa di Bagno di Romagna. Si è già piazzato 9° nella prima tappa Budapest - Visegrad, 7° nella Palmi - Scalea, 8° nella Parma - Genova e 9° nella Sanremo - Cuneo. Come Modolo, oggi vuole ben figurare nella tappa con arrivo a Treviso.

Viabilità rivoluzionata

A Treviso fino alle 20 di stasera, divieto di sosta con rimozione coatta su ambo i lati di viale Nino Bixio, viale Fratelli Cairoli, parcheggio dell'ex Pattinodromo, via Foscolo, via Siora Andriana del Vescovo, via Castello d'Amore, l'area parcheggio dell'ex Foro Boario, via Foscolo nell'area parcheggio ex Telecom, viale Terza Armata, piazzale Burchiellati, viale Burchiellati, viale Fra' Giocondo, Borgo Mazzini.
Fino alle 20 di oggi, vietato sostare su strada San Pelaio nel tratto tra viale della Repubblica e via delle Verine, quindi in via delle Verine, Santa Bona Vecchia, viale Monfenera, via Piave, Marconi, Ciardi, viale Brigata Marche tra via Salsa e viale Brigata Treviso, su entrambi i lati, viale Felissent in questo caso lungo l'intero tratto, sia a destra che a sinistra. Circolazione fino alla mezzanotte di oggi su viale Nino Bixio e viale F.lli Cairoli, fino alle 20 in via Siora Andriana del Vescovo, via Castello d'Amore, via Foscolo, via Zenson di Piave, viale Burchiellati, piazzale Burchiellati, via Mura San Teonisto, viale D'Alviano, viale Fra' Giocondo, viale Caccianiga, via Fra' Giocondo, via Filippini, via Sant'Antonio da Padova.

Viabilità e nodi a Treviso per l'arrivo della 18. tappa del Giro

Viale della Repubblica

Dalle 13.30 invece fino alla bandiera rossa di fine corsa, chiuso al traffico viale della Repubblica dal confine comunale di Treviso alla rotatoria Appiani; idem dicasi per strada San Pelaio, via Verine, strada Santa Bona Vecchia, viale Monfenera, viale Fratelli Cairoli, viale Nino Bixio, via Piave, via Marconi, via Ciardi, via Brigata Marche tra via Salsa e via Brigata Treviso, viale Brigata Treviso, viale Felissent. Attenzione, infine, al transito vietato dalle 13.30 fino a corsa finita su tutte le laterali che si affacciano al put esterno interessato dal passaggio dei ciclisti. 

 

[Grafiche di tappa dal sito del Giro d'Italia. Collaborazioni di Lina Paronetto, Tina Ruggeri]

 

Ultimo aggiornamento: 17:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci