Ghanese e venetista, il 56enne: «Non verso più un euro al Comune»

Giovedì 27 Luglio 2017 di Gabriele Zanchin
Ghanese e venetista, il 56enne: «Non verso più un euro al Comune»
17
CASTELLO DI GODEGO - Ghanese di nazionalità veneta, appartenente al Comitato di Liberazione Nazionale Veneto annuncia che non pagherà più le tasse nel comune di residenza: Castello di Godego. Attenzione, non è uno scherzo estivo, ma il tutto è stato protocollato due giorni fa in municipio a Castello di Godego. Questo, tra il serio e il faceto, ha anche spiazzato l'amministrazione comunale. «Sottoporrò la questione al Prefetto» ha scritto al comune guidato dal sindaco Pier Antonio Nicoletti.

Sì, perché, al di là di qualche sorriso, la questione è anche singolare, curiosa. Infatti è arrivata in municipio a Godego (definito territorio occupato) una lettera del Comitato di Liberazione Nazionale del Veneto, protocollata il 24 luglio (inviata anche ad Abaco, Agenzia Entrate, e Contarina spa) con oggetto il diritto di autodeterminazione dei popoli. In questa lettera il Comitato di Liberazione fa presente che il suo iscritto, Charles Tetteh Lomotey ghanese 56 anni residente a Godego con documenti imposti italiani (carta d'identità), sta attuando un percorso di decolonizzazione. Tutto questo in base ad una serie di trattati, patti internazionali, risoluzioni che portano al diritto di autodeterminazione dei popoli.

 
Ultimo aggiornamento: 29 Luglio, 09:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci