Gattina rapita e sigillata dentro uno scatolone: trovata per puro caso in un campo

Domenica 19 Gennaio 2020 di Elisa Giraud
Gattina rapita e sigillata dentro uno scatolona: trovata per puro caso in un campo
TREVISO - Era chiusa in una scatola di cartone, sigillata con del nastro adesivo. Probabilmente era stata sottratta al legittimo proprietario. Si tratta di una gattina ritrovata da una volontaria dell'associazione GattiVagabondi di Villorba giovedì pomeriggio attorno alle 17. La donna stava passeggiando con i suoi cagnolini a Santa Bona, lungo una stradina sterrata, quando ha sentito miagolare. A quel richiamo si è guardata intorno incuriosita, ma non ha visto alcun gatto, anche perché si stava facendo buio. Ha notato però uno scatolone di cartone abbandonato sul ciglio di un campo: si è avvicinata e si è resa conto che il miagolio proveniva proprio dall'interno. 

IL RITROVAMENTO
La donna lo ha aperto e dentro ha trovato una gattina giovane, spaesata, dal pelo bianco e nero e con gli occhi verdi. La volontaria ha deciso di intervenire e l'ha portata momentaneamente a casa con sé. Fortunatamente la gatta non è ferita, non è diffidente, ma solo un po' disorientata, e si è lasciata avvicinare ed accarezzare. «Come associazione, come di consueto, faremo appello per ricercare il proprietario dicono i volontari - nonostante ci sembri di capire che la gatta, apparentemente ben tenuta, sia stata volutamente abbandonata. Potrebbe, però, trattarsi anche di una sottrazione da parte di qualche malintenzionato. Il fatto che fosse in uno scatolone, chiuso con del nastro adesivo in una zona ben poco frequentata, lascia spazio a pochi dubbi».

I RISCHI
L'abbandono di animale è un reato punito dal codice penale con una multa da mille a 10mila euro. Se per di più c'è la sottrazione dell'animale al legittimo proprietario per dispetto, vendetta o altra ragione, il quadro si complica. «Nell'eventualità in cui non si riesca a rintracciare il proprietario affermano i volontari di GattiVagabondi - faremo i dovuti controlli sul suo stato di salute e le cercheremo una nuova casa con una nuova famiglia approvata dai volontari». 

L'ASSOCIAZIONE
GattiVagabondi è un'associazione animalista e culturale, nata nel 2009, senza scopo di lucro, che promuove le proprie finalità attraverso la protezione e l'assistenza dei gatti abbandonati o randagi, tutelando i loro diritti e la loro salute con l'obiettivo di darne in adozione il maggior numero possibile a persone o famiglie che si rivelino idonee e interessate. A Villorba si trova un rifugio in cui sono accolti gatti e cani abbandonati in attesa di una nuova famiglia. Nel 2019 sono stati trovati 300 gatti abbandonati, molti in gravi condizioni di salute; a metà di questi è stato possibile trovare una famiglia. «Segnaliamo l'evento di giovedì conclude l'associazione - per la particolare condizione dell'abbandono e per fare un accorato appello ai cittadini a non abbandonare i propri animali, a sterilizzarli e a rivolgersi a chi di competenza per qualsiasi domanda o richiesta d'aiuto». 
Elisa Giraud
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 16:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci