Venerdì 13 Luglio 2018, 22:10

Gioca in giardino e si appende alla scala bimbo di un anno e mezzo cade: è grave

PER APPROFONDIRE: bambino, fonte, precipita
Il piccino si trova ricoverato in terapia intensiva a Treviso

di Gabriele Zanchin

Un bambino di un anno e mezzo precipita dal terrazzo di casa sul sottostante giardino: è in prognosi riservata all’ospedale di Treviso. L’incidente è successo giovedì sera intorno alle 19 in un appartamento abitato da cittadini ghanesi in centro a Onè di Fonte. Il piccolo è stato immediatamente portato all’ospedale di Montebelluna prima e poi al Ca’ Foncello di Treviso. Sul posto anche i carabinieri di Fonte che stanno conducendo gli accertamenti su quello che pare essere un incidente domestico. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gioca in giardino e si appende alla scala bimbo di un anno e mezzo cade: è grave
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-07-15 12:09:19
Nel caso specifico: prevenzione ad opera dei genitori mediante rete alta di plastica con paletti fissati a fil di ferro o fascette.Fatto e visto fare da molti genitori, non da tutti.Certi pur di non sudare non prendono mai l'esempio da cio' che hanno sotto gli occhi,cioe' il poggiolo protetto del vicino o dirimpettaio..Il materiale lo troverebbero persino al supermrcato settore ferramenta e giardinaggio..Il tempo libero alcuni preferiscono passarlo al bar...mentre i bimbi si sporgono, i vicini gridano e le mamme finalmente vanno ad acchiapparli al volo.Poi tutto come prima...Tutto vero, vita reale vista.
2018-07-14 12:36:22
che copla ne hanno i genitori? da dove provengono non ci sono palazzi con terrazzini, non hanno la minima idea che un pargolo ci si possa arrampicare e cadere.
2018-07-14 10:07:34
Succede anche in cortile del mio condominio,si appendono al pilone di sostegno lampione, alla ringhiera della scalinata di accesso ed altri arredi o segnaletica .Mai un genitore in campo che li limiti o corregga , se lo fa un altro lo guardano comeu n marziano , o scappano via , o commentano a denti stretti. Il concetto di fatica dei metalli che sottoposti a oscillazioni prolungate prima si criccano e poi collassano e' troppo ingegneristico.