Filmava le atlete sotto la doccia, «Non
sono un guardone, nulla di scabroso»

Sabato 13 Luglio 2013 di Roberto Ortolan
Una foto-spot della calciatrice veronese Girelli (da Veronasera.it)
TREVISO - La prova dell’innocenza dell’allenatore di pallavolo Fabio Fontana, geometra 46enne di Vedelago (Treviso), sta nella relazione degli esperti della Procura: questa l’argomentazione con la quale l’avvocato Emilio Marcon ha impugnato il decreto penale con il quale il giudice di Treviso, accogliendo la richiesta del pm Iuri De Biasi, aveva inflitto 22mila euro di multa al cosiddetto "coach spione" Fabio Fontana. Secondo la ricostruzione degli inquirenti il coach avrebbe filmato le ragazze della squadra "Samarcanda Volley Resana" che allenava, mentre stavano facendo la doccia.



Il caso scoppiò fragoroso nell'aprile del 2011 quando undici giocatrici, tra i 16 e i 30 anni, della "Resanese", uscendo dalla doccia, notarono, quasi per caso, l’occhio elettronico mimetizzato in una scatola, scoprendo d’essere state spiate. Subito emerse che microcamera apparteneva al coach. parlarono poi del fatto con i genitori che fecero partire la denuncia. Contestualmente la società licenziò in tronco Fontana, fino a quel momento molto apprezzato e stimato.



Le successive indagini, con perquisizioni dei computer del coach, fecero emergere che nei cd e nella telecamera non c’erano immagini "senza veli" o compromettenti delle ragazze. Nonostante ciò il pm De Biasi, che aveva contestato a Fontana l’accusa di interferenza illecita nella vita privata delle atlete (farsi la doccia è un momento intimo e privato), ritenne provata l’accusa e chiese e ottenne che al coach di Vedelago venisse inflitta una multa di 22mila euro, con i benefici, in sostituzione di 3 mesi di reclusione.

Ma Fontana, ritenendosi innocente, ha deciso di impugnare il decreto penale per dimostrare che non merita di pagare. Consigliato dall’avvocato Marcon, si presenterà davanti al giudice a fine anno per cercare di far annullare la multa. Sul caso "Fontana" è già intervenuta la giustizia sportiva che ha squalificato il coach per 5 anni.
Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci