​Guida la Ferrari di Marchetti, sbanda e la fa a pezzi

Mercoledì 13 Gennaio 2021 di Giampaolo Zorzo
​​Guida la Ferrari di Marchetti, sbanda e la fa a pezzi

LORIA - Federico Marchetti, portiere del Genoa, porta la sua potente Ferrari all'autolavaggio di fiducia e il ragazzo che l'ha lavata la distrugge in un incidente stradale mentre gliela riporta. È successo lunedì pomeriggio a Genova. Il bolide, una Ferrari 812 Superfast 670 cavalli da 300mila euro si è schiantato contro il guardrail all'ingresso della strada, danneggiando anche almeno altre 5 vetture parcheggiate sul lato opposto. Insomma, un incidente da circa mezzo milione di danni. Alla guida, come detto, non c'era il calciatore: aveva lasciato all'autolavaggio, come fanno spesso anche i suoi compagni di squadra, la sua preziosa auto sportiva e un addetto la stava riportando al Centro Sportivo Signorini, poco lontano dal luogo dello schianto. Il guidatore, causa la sostenuta velocità, una scarsa conoscenza dell'aggressività della macchina e la strada bagnata e scivolosa, ha perso il controllo affrontando una curva dopo un semaforo.


LO CHOC

Federico Marchetti, qualche ora dopo aver scoperto che la sua Ferrari era stata distrutta, si è sfogato sui social, non postando l'immagine della sua rossa, ma una foto in cui sorride: «Mi dispiace molto per quello che è successo. Grazie a Dio nessuno si è fatto male e questa è la cosa più importante. Le cattiverie lette sull'incidente lasciano il tempo che trovano e mi auguro di non leggerne più». È chiaro -prosegue l'ex Bessica e Treviso- che quando dopo l'allenamento invece di trovare la macchina lavata vieni a sapere che è stata distrutta non fa certo piacere ma più che della Ferrari mi interessava sapere se non ci fossero stati feriti». Marchetti è nato 38 anni fa a Cassola (Vicenza) ma ha iniziato nelle giovanili del Bessica. Nel campionato 2004-2005 finì al Treviso in serie B dove però non riuscì a esordire anche per la sua giovane età. Venne così aggregato alla formazione Primavera dove si mise in evidenza trovando poi gloria negli anni successivi con le maglie di Biellese, Albinoleffe e Cagliari, 68 presenze ad alto livello che gli hanno permesso di essere acquistato dalla Lazio dove ha giocato ben 161 partite. Da due stagioni è al Genoa e con la maglia della nazionale maggiore ha disputato 11 partite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA