Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Festa di mezza estate a casa per i trevigiani: «Con il caro bollette ci sono pochi soldi». E chi si sposta va in collina

Domenica 14 Agosto 2022 di Lucia Russo
Aperitivo in città aspettando il Ferragosto
2

TREVISO - Portafogli vuoti, pochi risparmi da parte e anche il Ferragosto ne risente. E per chi si sposta, la meta preferita è la collina. «Staremo a casa, è inevitabile per noi. Troppe tasse da pagare, bollette troppo care, è impossibile andare da qualche parte», dice Emanuele mentre cammina sotto i portici di piazza dei Signori. Ha poca voglia di parlare del 15 agosto che lo aspetta quest’anno. E in tanti sono come lui. «Non abbiamo la possibilità di fare niente - dicono Giulia e il suo fidanzato - Staremo a casa». «Mi tocca il divano - spiega Dunia - Quest’anno le spese per il divertimento devono essere ridotte al minimo indispensabile». C’è anche chi i soldi li ha finiti per spese davvero importanti. «Abbiamo acceso un mutuo - spiega una coppia - I soldi rimasti sono veramente pochi ma siamo felici così».


AL LAVORO

Alle voci di chi, per impossibilità economica, sarà costretto ad un lunedì di ferie sul divano, ci sono anche coloro che andranno a lavorare. «A ferragosto? Niente di entusiasmante, si va a lavorare come tutti gli altri giorni dell’anno», spiegano due ragazze che lavorano in un negozio del centro storico. «Mia moglie è al lavoro, io starò a casa con nostra figlia Emma», spiega Paolo. «Staremo a casa, mia moglie probabilmente farà la conserva di pomodoro», spiega Jonathan insieme a Loredana. E c’è anche chi, per i ritardi nella concessione delle ferie da parte del proprio capo, non ha trovato un posto libero per trascorrere le vacanze di Ferragosto fuori città. «Noi siamo andati al Lago di Garda ieri ma ci siamo presi veramente troppo tardi - spiegano Manuel e Sabrina - Al lavoro ci hanno comunicato le ferie all’ultimo minuto e nelle località dove volevamo soggiornare per qualche giorno non avevano più posto neanche per il solo giorno di Ferragosto. Al lago, ad esempio, era tutto esaurito così siamo tornati a casa e sarà lì che passeremo anche la giornata di lunedì». 


FESTA IN ANTICIPO
C’è chi il Ferragosto ha già iniziato a festeggiarlo, con un giorno d’anticipo. E anche chi lo ha esteso a tutto il fine settimana. «Abbiamo anticipato la nostra gita annuale di ferragosto - spiegano Michael Torre ed Irene Benin - Una decisione dovuta alle code e al grande traffico delle persone che si muovono sempre il 15. Anticipando i nostri giri, riusciamo a vedere le cose evitando il rischio di rimanere imbottigliati nel traffico per una, due, tre o anche più ore. Come meta abbiamo scelto Cison di Valmarino. Abbiamo anche trovato i mercatini dell’artigianato, davvero molto carini». E c’è anche qualcuno che per il proprio Ferragosto anticipato ha scelto Treviso. «Siamo venuti a visitare la città un po’ prima del 15 per trovare meno persone in giro ed evitare il traffico - spiegano due turisti di Verona con i loro bimbi - Abbiamo girato un po’, guardato i negozi, camminato lungo il Sile e mangiato un gelato. Una piacevole giornata». Come loro, sono diversi i turisti, anche stranieri, che hanno scelto di trascorrere le proprie vacanze a Treviso. E sono anche tanti i trevigiani che trascorreranno il loro Ferragosto altrove. 


BOOM DI PRESENZE IN COLLINA
Quest’anno c’è stato anche un vero e proprio riscatto delle colline scelte da tantissimi per fare picnic, grigliate e bere del vino. «Siamo stati travolti - spiega Cesare De Stefani, titolare dell’Osteria senz’Oste - Ci sono davvero tante persone e turisti di tutte le nazionalità». «Noi andiamo in un agriturismo verso Valdobbiadene, stiamo lì sperando che ci sia anche più fresco», afferma una famiglia. «Noi andremo su, in collina a fare una passeggiata. Siamo amanti dei giri in quota», spiegano Mirko e Claudia. «Ferragosto è sinonimo di Osteria senz’Oste - esordisce un gruppo di amici - Andremo lì anche quest’anno. Si fa un po’ di festa tutti insieme, mangiamo una cosa, beviamo del vino e passiamo la giornata tra di noi». Anche Mariasole ha lo stesso programma: «Vado in collina dal mio ragazzo che ha organizzato una festa». «Noi andiamo a casa di amici, porteremo da mangiare e faremo qualche gioco da tavolo», spiegano Veronica e Mattia. Sembra addirittura che la collina sia pronta a “battere” il mare per questo Ferragosto. Anche se qualcuno rimane affezionato alla spiaggia. «Si va a Jesolo», affermano Alexandru Pancu e Giulia

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci