Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ex insegnante di 72 anni aggredita e rapinata in strada

Sabato 20 Agosto 2022 di Annalisa Fregonese
Gianfranca Fiorot
5

CONEGLIANO - Aggredita e strattonata per strada, rapinata della catenina che aveva al collo. Un’azione fulminea quanto violenta, tanto che Gianfranca Fiorot, 72 anni, ha perso l’equilibrio ed è finita a terra. È accaduto ieri intorno alle 16.30, al sottopassaggio di via Manin. A strapparle la collana d’oro un uomo di colore, piuttosto giovane, che la donna non è riuscita comunque a vedere bene. Stava camminando tranquilla quando il malvivente le si è avvicinato e, rapidissimo, con la mano, le ha strappato la collana. Per la maestra Fiorot neppure il tempo di rendersi conto di cosa stava avvenendo. E’ il secondo, gravissimo episodio che avviene in centro. Solo pochi giorni fa era capitato a Giuseppe Zaccherini, noto amministratore condominiale, di essere aggredito da un giovane che gli ha strappato la catenina, mentre stava passeggiando con il cane alle 7 del mattino, in zona Parco Rocca.


LA PAURA
«Per fortuna mia mamma – racconta il figlio Francesco – non si è fatta male. Ha provato tantissima paura questo sì, uno choc terribile che le ha fatto venire la tachicardia. Stava camminando tranquilla da sola quando è stata avvicinata da questo sconosciuto che, probabilmente, l’aveva adocchiata mirando alla catenina. Mentre la strattonava mia mamma ha perso l’equilibrio ed è finita a terra. Si è fermata una persona che l’ha aiutata a rialzarsi, ma del tizio che l’ha aggredita non c’era più traccia. Mamma ha chiamato il 112 e si è seduta in strada finché non è arrivata la pattuglia. Non è voluta andare al pronto soccorso, dicendo che non era ferita. Intorno al collo ha un’abrasione evidente dove è stata strappata la collana». 


EX INSEGNANTE
La signora ha presentato denuncia contro ignoti. Gianfranca Fiorot in città è un volto molto noto. Per 40anni ha insegnato alle scuole elementari “Mazzini”. Aveva vinto il concorso a soli 17 anni, la scuola Mazzini allora si chiamava Regina Margherita. E’ stata la maestra di tantissimi coneglianesi. L’aggressione subita l’ha sconvolta proprio perchè per tutta la vita si è dedicata ad educare i ragazzi, ad insegnare loro il rispetto e l’educazione civica, primaancora dell’italiano o dell’aritmetica. Mai avrebbe immaginato di venir rapinata da un giovane. «E’ terribile non potersi più sentire al sicuro neppure in pieno pomeriggio nella propria città – prosegue il figlio Francesco - Non stiamo parlando di chissà quale periferia degradata, bensì di una città che fino a qualche anno fa era considerata tranquilla. È davvero triste». C’è solo da sperare che, trattandosi di un sottopassaggio, vi sia nei paraggi una telecamera che possa aiutare le forze dell’ordine a ricostruire l’accaduto, portando a individuare il rapinatore. L’episodio di cui è stata vittima la maestra Fiorot non fa che aumentare la preoccupazione dei residenti. Già sconvolti da quanto accaduto all’amministratore Giuseppe Zaccherini. A lui il malvivente ha strappato la catenina che gli era stata regalata dai suoi genitori una quarantina d’anni fa. Zaccherini ha inseguito il ragazzo, che nella fuga ha perso pure una ciabatta. L’amministratore lo ha rincorso per un buon tratto ma il giovane è riuscito a far perdere le proprie tracce. Nel caso specifico il giovane ha avvicinato la vittima, chiedendogli se aveva un euro. Un giovane dalla pelle scura, a volto scoperto, dell’apparente età di circa vent’anni. «Posso chiederti una cosa?» queste le parole del giovane, nel mentre Zaccherini ha sentito un colpo secco. Ha realizzato così che gli era stata strappata la catenina dal collo. L’amministratore è dovuto andare in pronto soccorso per medicare la lacerazione provocata al collo. Le indagini sono in corso. 

Ultimo aggiornamento: 08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci