Mercoledì 17 Ottobre 2018, 00:01

A 17 anni prova l'eroina gialla e crolla mentre cammina: paura in strada

PER APPROFONDIRE: eroina gialla, scuola, treviso
Il luogo dove è intervenuto il Suem

di Alberto Beltrame

Stava attraversando la strada, barcollante, quando le gambe le hanno ceduto di colpo. Poi ha perso conoscenza e si è accasciata sull’asfalto, sopra le strisce pedonali, davanti agli occhi di passanti e genitori che, alle quattro del pomeriggio, stavano andando a prendere i propri figli a scuola. È stata la presenza di tante persone a salvarle la vita: hanno chiamato il 118 e i soccorsi sono stati immediati. Lei, una ragazza di appena 17 anni residente in un comune dell’hinterland a sud del capoluogo, è viva per miracolo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A 17 anni prova l'eroina gialla e crolla mentre cammina: paura in strada
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2018-10-17 20:42:39
al contrario di quello che afferma il giornalista la ragazza, essendo recidiva, ha già rischiato altre volte la vita. questa non è la prima volta. chi si droga rischia ogni volta che lo fa, non esiste droga sicura.
2018-10-17 15:20:09
Bisogna assolutamente fermare la mafia nigeriana ed i suoi pusher del business dell'eroina gialla;le pene per i reati in materia di spaccio di stupefacenti devono essere inasprite in particore quando ci sono di mezzo minori. Alle ragazzine spesso vengono richieste in cambio prestazioni sessuali come dichiarato dalle forze di polizia.
2018-10-17 16:07:23
Bisogna assolutamente inasprire le pene per i reati in materia di importazione di sostanze stupefacenti (tutte, anche quelle sintetiche che vanno alla grande nelle discoteche) e non solo limitarsi a retate di spacciatori, che siano nigeriani o maghrebini (i piu'...). Risalire a grossisti, a importatori, a raffinatori o distributori e' molto piu' difficile (e pericoloso) ma ci vuole la volonta' politica di farlo. Risalire ai finanziatori del business e' anche piu' pericoloso (ti dice nulla la sorte dei vari Occorsio, Chinnici, Scopelliti, Livatino, Falcone, Borsellino e tanti altri?)
2018-10-18 10:26:27
E' ovvio che vanno fermati anche i grossisti e tutta la rete di vendita connessa, dal produttore al consumatore; la nostra cara mafia oramai ha perso potere e si è messa in commercio con quella nigeriana e albanese che hanno imparato a gestire e riciclare anche i proventi finaziari, se guardi agli ultimi articoli in giro. Sulla volontà politica nulla da eccepire ma il vento sembra un po' cambiato, sicurezza scuole ecc.
2018-10-18 15:56:35
Io credo sig. luigitreviso, che ci siano troppi clienti (importanti) e che non ci sia proprio la volontà politica, come dice. Troppi interessi e troppa gente che ne fa uso. Professionisti e....mi fermo qui.