La giornata nera di Szumski, Santa Lucia raggiunge il quorum: Fantinel sindaco per 57 voti

Lunedì 13 Giugno 2022 di Luca Saugo
Fiorenzo Fantinel
6

SANTA LUCIA DI PIAVE - Alla fine il quorum è stato raggiunto e Fiorenzo Fantinel - salvo clamorose sorprese allo spoglio di oggi, 13 giugno, - è il nuovo sindaco di Santa Lucia di Piave con la sua lista Patto per Santa Lucia per 57 voti. Succede al mariga Riccardo Szumski, che non poteva ricandidarsi per raggiungi limiti di mandati e che ha visto estromessa dalla competizione elettorale la sua lista Insieme per Santa Lucia (che candidava il suo vicesindaco Luca Bellotto) per errori formali nella documentazione di presentazione. La soglia era fissata a 2703 voti, ne sono arrivati 2760. «Prendo atto di questi dati - le uniche parole di Fantinel ieri notte - ma preferisco attendere l'ufficialità dopo lo spoglio».

SUSPENSE

Anche se Fantinel si presentava alle votazioni di ieri come unico candidato, quella andata in scena nelle scorse settimane a Santa Lucia è stata una campagna elettorale agguerritissima, con gli esclusi a invitare i cittadini ad astenersi per evitare una dittatura, e la squadra del Patto a cercare di portare alle urne il maggior numero di cittadini, appunto per superare lo scoglio fatidico del quorum del 40% dei votanti, pena il commissariamento del Comune. È stato come vivere un finale al fotofinish: quando ieri sera mancava a mezz'ora alla chiusura dei seggi restava una manciata di voti per raggiungere il quorum. A pochi minuti dalle 23 la voce si è sparsa: è fatta. I realisti però hanno invitato alla prudenza e si è atteso un riconteggio delle schede con il fiato sospeso, fino alle 23.30, quando i sostenitori di Fantinel radunati davanti al seggio hanno fatto partire un applauso liberatorio. Salvo poi frenare l'entusiasmo e rimandare i festeggiamenti ad oggi: per scaramanzia.

LA GIORNATA
Già durante la mattinata si era registrata una buona affluenza ai seggi. Tra i corridoi della scuola media, la possibilità di raggiungere il quorum non era vista come una chimera. Tanto che si è anche formata la coda per entrare davanti alle aule con le urne. Ad ogni modo, nessuno dei presenti si sentiva di escludere la possibilità che l'afflusso potesse calare fortemente durante le ore centrali della giornata. «Circa 150 persone sono già venute a votare al nostro seggio - spiegavano gli scrutinatori del seggio 1 attorno alle 10.30 - L'affluenza, per il momento, è stata superiore a quelle che erano le aspettative iniziali, ma non è detto che le cose proseguano in questo modo nelle prossime ore. È una domenica calda e soleggiata». «L'affluenza è stata buona durante tutto il corso della mattinata - ci raccontavano anche gli scrutinatori del seggio 7 - C'è la coda davanti a praticamente ogni seggio già da qualche ora. Era da un po' che non vedevamo così tanta gente per una votazione, i referendum recenti, infatti, hanno avuto un'affluenza decisamente minore. La possibilità di raggiungere il quorum, al momento, non è da scartare, anche se chiaramente non sarà semplice».
Non si è potuto recare ai seggi, invece, lo stesso Fantinel. Il rappresentante di Patto per Santa Lucia, infatti, ha contratto il Covid e si è visto, quindi, costretto a rimanere a casa. Ha comunque votato, avvalendosi di questa possibilità che è prevista nel caso di accertata positività di un elettore. Ha quindi dovuto seguire a distanza l'andamento del voto, costantemente in contatto con la sua squadra, speranzosa di evitare il commissariamento del comune. Uno spauracchio che sembra ormai un ricordo.

Video

Ultimo aggiornamento: 21:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci