Corsi di lingua e cultura romena:
bufera sulla scuola, genitori infuriati

Corsi di lingua e cultura romena:  bufera sulla scuola, genitori infuriati

di Annalisa Fregonese

ODERZO - Fa discutere l'iniziativa dell'Istituto Comprensivo di Oderzo di proporre un corso di lingua, cultura e civilizzazione romena rivolto agli alunni delle scuole. Dall'asilo fino alle medie. Più di un genitore si è chiesto che senso abbia una tale iniziativa e se non sia invece opportuno insegnare ai bambini gli usi e costumi della lingua italiana o, piuttosto, una lingua straniera più diffusa ed utile al futuro dei ragazzi, come l'inglese o il tedesco. Tutto è partito da una segnalazione effettuata da un papà nella frequentata pagina Facebook Oderzo Segnala. «Non mi sembra proprio il caso - ha osservato il genitore - Magari, visto che si tratta di bambini dell'asilo, cominciate a insegnare l'italiano e le culture italiane o magari come fare i calcoli basilari».

In effetti è una proposta per certi versi sorprendente che ha fatto parecchio discutere sull'opportunità o meno di attuarla. Perché, si chiede qualche genitore, dobbiamo portare la carta per le fotocopie e invece i fondi per attuare questo corso ci sono? Un dibattito senza dubbio appassionante a seguito sul quale la direzione dell'istituto comprensivo ha voluto però puntualizzare: «Prima di tutto dice la direzione precisiamo che si tratta di un corso su base volontaria. Per quanto riguarda gli alunni delle scuole materne e primarie esso è rivolto solo agli alunni di lingua romena. E' invece aperto a tutti gli alunni che frequentano le medie. Inoltre non è un'attività curricolare bensì si svolge di pomeriggio in orario extra scolastico». Da dove arrivano i fondi? «Si tratta di accordi fra Stati, nello specifico fra l'Italia e la Romania. In questo caso sono stati stanziati dei fondi per l'insegnamento della cultura e lingua romena. Ricordiamo che la stessa Unione Europea sollecita l'insegnamento di più lingue comunitarie e il romeno è una di queste».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 5 Novembre 2016, 19:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Corsi di lingua e cultura romena:
bufera sulla scuola, genitori infuriati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 35 commenti presenti
2016-11-07 14:19:20
Secondo me invece fanno benissimo. Le istituzioni sanno bene che la crisi che abbiamo imboccato è irreversibile e che la nostra emigrazione sarà sempre più massiccia, specie per i nostri ragazzi. Quindi, se studiare il romeno può portare dei vantaggi considerevoli per trovare un posto da metalmeccanico a Bucarest o da manovale a Craiova...e perché no?!
2016-11-07 08:50:38
una buona idea specie se una da grande volesse fare la "Badante". (come una volta anni '70 era "cool" avere il "cameriere Filippino"
2016-11-06 16:16:47
.....grosso paese di.....beati......!
2016-11-06 16:16:28
karniet l'Olanda non ha niente da condividere con la Germania,L'olandese deriva dalla lingua degli antichi franchi, su 10 parole ce ne sono 2 o 3 che assomigliano al tedesco tanto per citare qualcosa: it.lei è molto gentile nl.ze is erg aardig de.Sie ist sehr nett
2016-11-06 15:50:55
claudio pros consolati con l'eugania inesistente. per tua conoscenza uso l'italiano piu' dell'olandese per motivi di lavoro