Nessun copia e incolla, il giudice Mascolo querela i media per diffamazione

Angelo Mascolo
TREVISO - Il giudice Angelo Mascolo, del Tribunale di Treviso, ha annunciato che presenterà una querela contro i media e altre persone per diffamazione. La vicenda riguarda la pubblicazione della notizia in base alla quale l'annullamento di una sua ordinanza di custodia in carcere, nel processo Tandura, da parte del Tribunale del riesame di Venezia sarebbe avvenuto per sua grave negligenza, essendosi limitato a copiare e incollare nel suo provvedimento le motivazioni del pubblico ministero.

L'ordinanza del Tribunale del Riesame, pubblicata l'8 marzo scorso, ha precisato Mascolo «ha esplicitamente evidenziato in motivazione che non vi è stato alcun copia e incolla». «Ciò che mi nausea - ha detto Mascolo - non è l'operato dei giornalisti che, pur sbagliando gravemente e infangandomi, hanno fatto ciò che ritenevano il loro mestiere, ma è l'operato di soggetti addetti ai lavori che, guardandosi bene dal rendersi riconoscibili a terzi, e lavorando sotto traccia, hanno sostenuto le stesse tesi che i giornalisti hanno perlomeno avuto il coraggio di firmare. Concordo assolutamente col Ministro Orlando - ha concluso Mascolo -: se avessi fatto ciò che mi è stato ingiustamente attribuito, avrei meritato una punizione. Inoltre - ha concluso il magistrato - i media non hanno dato pari dignità e spazio alla decisione del Tribunale del riesame, limitandosi a trafiletti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 14 Marzo 2018, 11:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nessun copia e incolla, il giudice Mascolo querela i media per diffamazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti