Gratta 10 euro e vince due milioni: la dea bendata travolge una coppia di Conegliano

Venerdì 26 Novembre 2021 di Giampiero Maset
Wu Quingsou titolare del bar dove è avvenuta la vincita
3

CONEGLIANO - Pioggia di soldi in città. Una cifra da capogiro di due milioni di euro con un tagliando del Gratta e Vinci “Il Miliardario Mega” da 10 euro è stata vinta al Bar Wu, l’ex Totobar, di Wu Quingsou nella centralissima via Madonna, verso il ponte sul Monticano, aperto sette giorni su sette. Il cinese Wu, chiamato anche Alessandro, lo gestisce con successo da cinque anni assieme alla moglie, la quale si sdoppia e lavora anche in fabbrica a San Vendemiano. Hanno dei figli già laureati o che sono ancora studenti, perché tengono molto alla loro formazione culturale. Lui parla perfettamente l’italiano che ha imparato in poco in tempo e addirittura conosce anche il nostro dialetto, con il quale fa delle battute dietro il banco. È originario della Cina, il paese del dragone, dove una volta all’anno va a trovare l’anziana madre e il drago è simbolo di benessere e prosperità, che ha portato questo regalo milionario a Conegliano, sui cui destinatari vige il segreto, perché nessuno vuole svelarlo. Quello che si sa è che si tratta di una coppia di clienti abituali del negozio.

I FESTEGGIAMENTI
È la vincita più colossale nei giochi con la fortuna che si è registrata finora in città. «Mamma mia - ha esclamato Wu - io sono qui a sgobbare dalla mattina alla sera e sono felice di questa vincita, anche se non riceverò alcun compenso; comunque può essere una forma di pubblicità per il mio locale, che ha bisogno, come tutti, di lavorare». I clienti presenti, non appena si è sparsa la notizia, ieri mattina si sono complimentati con lui, anche se non hanno voluto rilasciare dichiarazioni, forse perché non venisse il sospetto che la fortuna possa avere baciato uno di loro. Il Bar Wu è frequentato da persone delle più diverse estrazioni sociali, dai politici agli intellettuali e a gente comune, che si incontrano per l’aperitivo in compagnia.

L’IDENTIKIT
«Della vincita - ha raccontato Wu - sono stato informato l’altra sera proprio dai fortunati che sono venuti da me con la fotocopia, che mi hanno consegnato, del tagliando del Gratta e Vinci in cui compariva tra i tuoi numeri il 43 che era tra quelli vincenti per la somma ingentissima di due milioni di euro. Era una coppia che ha voluto farmelo sapere, ma sono stati di poche parole e mi hanno semplicemente ringraziato. Mi hanno detto che si sono rivolti ad un avvocato per riscuotere la somma allo scopo di garantirsi ed evitare possibili intoppi o imprevisti». Wu ha riferito che li conosce, ma che si è impegnato a non fare il loro nome. «Sono clienti abituali - ha detto – e devo aggiungere che non sono persone che vengono al bar per il caffè o l’aperitivo e si limitano a prendere un gratta e vinci da uno, due o tre euro, ma acquistano diversi tagliandi per cifre molto più consistenti, spendendo somme non dappoco». Al Bar Wu si erano già registrate in passato diverse vincite, anche se non di tale entità, come quella di due anni fa di 70mila euro con un tagliando del “Super Sette e Mezzo” da tre euro.
 

Ultimo aggiornamento: 27 Novembre, 09:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA