Parcheggi selvaggi. In auto davanti alla scuola: raffica di multe alle mamme

Venerdì 7 Febbraio 2020 di Elisa Giraud
Le auto parcheggiate in piazza Cima a Conegliano
1

CONEGLIANO (TREVISO) - Raffica di multe in via XX Settembre ai genitori che vanno a prendere i figli alle scuole elementari san Francesco. C’è chi ne ha presa più di una, raggiungendo anche cifre di alcune centinaia di euro, per aver violato la ztl oltre il tempo autorizzato. Il Comune ha concesso alle famiglie l’autorizzazione a entrare nella zona a traffico limitato quindici minuti prima e quindici dopo l’entrata e l’uscita da scuola dei bambini. Tuttavia le mamme hanno ravvisato che «i 15 minuti dopo le 15, orario dell’uscita da scuola, non sono sufficienti considerando anche che, spesso, le classi escono in ritardo. È stato fatto presente al Comune e al comando di polizia locale. L’anno scorso abbiamo chiesto di prolungare la sosta di 30 minuti (fino alle 15.45) per poter recuperare con tranquillità i nostri figli e per farli giocare e correre 10 minuti in piazza».

IL PROBLEMA
Le mamme riferiscono che la richiesta è stata accolta e che «il sindaco e il comandante hanno promesso, purtroppo solo verbalmente, tolleranza e collaborazione. Non si è mai capito esattamente, perché non sia stato modificato il regolamento e ufficializzato quanto deciso solo a parole». Nell’estate scorsa è stato dato un giro di vite al transito nella zona a traffico limitato del centro storico ed è stato istituito un varco videosorvegliato anche in uscita. Quindi all’avvio del nuovo anno scolastico sono iniziate a piovere le multe e i genitori se ne sono accorti a novembre quando hanno ricevuto i primi verbali. «Nessuno si è degnato di avvisarci che saremmo state sanzionabili – dicono le mamme - e, di conseguenza, nessuno si è potuto adeguare alle nuove direttive. È stato come sparare alla croce rossa, in palese contrasto con la volontà manifestata». Il gruppo di mamme riferisce «quando il sindaco è venuto a conoscenza di quanto accaduto si è mostrato molto comprensivo e deciso ad agire in tempi brevissimi per modificare il regolamento e risarcire le mamme ingiustamente super multate (una ha raggiunto 420 euro). Ovviamente niente di tutto ciò è ancora avvenuto».

L’AMMINISTRAZIONE
E, per la parte che riguarda il risarcimento delle multe, non avverrà. «Le sanzioni vanno pagate – afferma il sindaco Fabio Chies – Lo sforamento dell’orario autorizzato non è mai stato avallato. Andiamo incontro ai genitori e concediamo più tempo, ma per farlo ci vuole il tempo tecnico. La prossima settimana la questione andrà in giunta e faremo la delibera». Le mamme potranno sostare fino alle 15.45, ma sta a loro verificare a partire da che data.
Elisa Giraud

Ultimo aggiornamento: 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA