Comunali 2018. Gentilini se ne va: nasce il terzo polo contro la Lega

Comunali 2018. Gentilini se ne va: nasce il terzo polo contro la Lega

di Paolo Calia

TREVISO - La rottura è servita. Giancarlo Gentilini e la Lega sono sempre più lontani. Anzi: corpi estranei. Ufficialmente nessuno parla, ma i fatti raccontano questo: lo Sceriffo, e i suoi pretoriani, stanno lavorando alla creazione di un terzo polo, alternativo ovviamente al centrosinistra ma anche a centrodestra che sta nascendo sull'asse Lega-Forza Italia. E intendono sostenere un loro candidato sindaco.

IL PROGETTO
«Non vedo, non parlo, non sento», ripete Gentilini tutte le volte che qualcuno gli chiede cosa farà alle comunali. Però chi gli sta attorno porta avanti un progetto politico preciso: creare una coalizione a fortissima impronta civica. Il quadro è già definito: la Lista Gentilini sarebbe la punta di diamante di un polo composto da una civica di destra, una di centro (con punto di riferimento Vittorio Zanini) e, probabilmente, anche una civica dei quartieri di Enrico Renosto che, comunque, non ha ancora sciolto tutti i dubbi sul suo futuro: lavora ancora per un centrodestra unito ma potrebbe anche non candidarsi. Poi c'è il nodo Fratelli d'Italia: sono in mezzo al guado. Il partito viene normalmente elencato tra quelli pronti a sostenere la candidatura del leghista Mario Conte. Una grossa fetta di simpatizzanti però vedrebbe bene una corsa assieme allo Sceriffo...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 17 Dicembre 2017, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Comunali 2018. Gentilini se ne va: nasce il terzo polo contro la Lega
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-12-19 09:55:42
Via tutto il vecchiume-pensionato.....
2017-12-18 11:46:34
Finalmente un po' di coerenza, cosa centri la lega nazionale di Salvini, con la lega Veneta non si è ancora capito, invece si è capito molto bene la scissione dei ex comunisti dal PD, ed era ora che si facesse, ora non ci sono più ambiguità ne equivoci il PD è un grande partito delle democrazie occidentali.
2017-12-18 02:33:21
Lombardia e Veneto come il braccio e la mente, il quesito è: chi è il braccio? Mah! Enrico, mi sia di aiuto.
2017-12-17 23:59:00
GENTY...un mito. Perchè non con grillo? sono della stessa specie
2017-12-17 22:23:00
Lo "sceriffo" oramai, seppur vivido e vitale ha un'età da non sottovalutare; mi spiace dirlo, poiché ha "servito" bene Treviso, ma è ora che la città cambi nomenclatura.