Ciclista in gita con 15 connazionali travolta da un Tir in circonvallazione: è gravissima

Giovedì 16 Settembre 2021 di Redazione Web
Ciclista in gita con 15 connazionali travolta da un Tir in circonvallazione: è gravissima
6

CASTELFRANCO - Una turista austriaca di 68 anni, E. M.,   è stata travolta verso le 9 questa mattina, 16 settembre, da un camion mentre stava percorrendo la circonvallazione di Castelfranco all’altezza della rotatoria del McDonald’s.

La donna - che era in gita con altri 15 connazionali - è stata soccorsa dall’elicottero del Suem e trasportata in ospedale in gravissime condizioni: trauma cranico, ferite al bacino, fratture ad un arto che sarebbe stato amputato per salvarle la vita. 

Sul posto la Polizia locale, i Vigili del fuoco e i Carabinieri.

La sessantottenne austriaca stava percorrendo il rondò quando, all’improvviso, si è vista arrivare addosso unautoarticolato che, dopo averla scaraventata a terra, l’ha agganciata e travolta. Il mezzo pesante, condotto da un camionista vicentino di 52 anni che trasportava un carico di materiale ferroso, ha investito la turista, finita sotto il tir, provocandole delle gravissime lesioni che le hanno compromesso pesantemente la gamba destra. Immediata è scattata la chiamata al Suem 118, che ha inviato sul posto l’elisoccorso. Dopo essere stata stabilizzata sul posto, la 68enne è stata trasportata d’urgenza al Ca’ Foncello dove si trova ricoverata in prognosi riservata con ferite in tutto il corpo. I medici, per salvarle la vita, stanno valutando se amputarle la gamba rimasta schiacciata dal peso del camion

LE INDAGINI
Nonostante il sinistro sia avvenuto sotto gli occhi di diversi testimoni, non è ancora chiara la dinamica sulla quale sono al lavoro gli agenti della polizia locale, guidati dal comandante Patrick Rocca. Entrambi i veicoli coinvolti, ovvero la bicicletta e il mezzo pesante, sono stati posti sotto sequestro dalla Procura di Treviso. E un ruolo fondamentale per capire le cause dell’incidente potrebbero averlo anche le telecamere di videosorveglianza della zona. 

IL GRUPPO
Nel tragitto la donna non era sola. È arrivata a Castelfranco qualche giorno fa insieme a una comitiva composta da una quindicina di altri connazionali amanti della pratica del turismo slow e dei pedali. Il gruppo alloggia all’albergo “Al Moretto”, tra i più caratteristici della città e, probabilmente, la donna ieri mattina era uscita per una visita al territorio. 

Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 08:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA