Squalifica record per l'allenatore del Silea: 36 giornate per insulti all'arbitro e incursione nello spogliatoio

Giovedì 18 Novembre 2021 di Michele Miriade
Francesco Bellono

TREVISO - Squalifica record di 36 gare a Francesco Bellono, allenatore del Silea in Prima categoria che tra l'altro si è dimesso dall'incarico. 

Stando al rapporto dell'arbitro, Bellono, dopo averlo dileggiato dalle tribune, è entrato nello spogliatoio del Silea durante l'intervallo, benché già squalificato per 6 giornate (non era risultato tesserato e il ricorso rigettato perché presentato in ritardo) il quale intercalava insulti, mentre a fine partita lo spogliatoio era frequentato da persone non legittimate nonostante l'invito rivolto al dirigente di chiudere la porta.

Partendo dalla sanzione base di 3 mesi, il giudice ha stabilito di triplicarla, quindi 9 mesi di inibizione, e considerato che ogni mese corrisponde mediamente a 4 giornate di gara, la sanzione stabilita dal giudice è di 36 giornate da sommarsi a quelle residue della precedente sanzione. Quindi stagione terminata e intaccata l'inizio della prossima per il mister che, comunque, si è dimesso e amareggiato per la squalifica che reputa ingiusta, potrebbe presentare ricorso.

Inoltre alla società, per aver consentito all'ex allenatore l'accesso allo spogliatoio, inflitta l'ammenda di 60 euro e al dirigente responsabile Giorgio Schiavon l'inibizione fino al 20 dicembre 2021.

Allenatore BELLONO 


 

Ultimo aggiornamento: 17:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA