Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Le portiere dell'auto si bloccano all'improvviso: bimbo di un anno imprigionato all'interno

Sabato 3 Luglio 2021 di Claudia Borsoi
Le portiere dell'auto si bloccano all'improvviso
2

CORDIGNANO (TREVISO) - Sono stati minuti interminabili, di ansia e paura, quelli vissuti ieri pomeriggio da una mamma quando le porte della sua auto si sono improvvisamente chiuse e dentro al mezzo è rimasto imprigionato il suo bambino. Il piccolo, di un anno, seduto nel seggiolino forse non si è nemmeno reso conto di quanto stava accadendo attorno a lui. Per la mamma, invece, attimi di panico. La giornata calda, il sole che picchiava e il piccolo chiuso dentro all'abitacolo. E il telecomando di apertura dell'auto che non rispondeva agli input che venivano dati. Apprensione ieri, nel primo pomeriggio, a Cordignano. In via Garibaldi, la strada che dalla rotatoria del centro conduce verso l'incrocio di Orsago, una mamma aveva fermato la propria auto. A quanto aveva accostato, forse per aprire il cancello di casa o forse per una breve sosta.


PORTE BLOCCATE
Spento il motore, la donna è scesa dall'auto. E chiusa la porta del lato guida, si è diretta verso la porta del lato passeggeri per prendere il figlio seduto sul seggiolino. Ma la porta non si apriva. Né quella, né le altre. L'auto era completamente chiusa. E questo senza che lei avesse premuto il pulsante di chiusura del mezzo. Preso il telecomando di apertura delle porte, l'ha più volte schiacciato nel tentativo di riaprire il mezzo. Ma niente. E dentro il piccolo ignaro di quanto stesse accadendo. Il primo pensiero della mamma è andato ovviamente al figlio, chiuso dentro all'auto in una giornata d'estate e sotto il sole. Ha cercato invano di aprire le porte, utilizzando anche la chiave. Ma niente. Ha chiesto aiuto.


L'ALLARME
E poi ha preso il cellulare e composto il numero dei vigili del fuoco. In via Garibaldi si è precipitato intorno alle 15.30 un mezzo dei pompieri che sono riusciti ad aprire in pochi minuti l'auto e a riaffidare alle braccia della mamma il bimbo. La centrale del 115 aveva allertato anche il Suem 118 e i carabinieri di Cordignano, intervento che non si è reso necessario perché il tempestivo aiuto dei vigili del fuoco ha scongiurato il peggio. Il piccolo, forse un po' stordito dalla presenza di tante persone attorno a lui e dalla concitazione, stava bene e non si è reso necessario l'intervento del personale sanitario. Solo una brutta avventura per mamma e figlio, passata a molti che abitano in quella via inosservata se non per il passaggio con le sirene dei vigili del fuoco. E probabilmente in quegli interminabili minuti, la mamma ha rimpianto le vecchie e meccaniche serrature delle auto, ormai superate dai sistemi centralizzati e computerizzati a cui poco si può fare quando non comandano.

Ultimo aggiornamento: 13:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci