Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Settore del legno in crescita: l'E-Work pronta per 50 nuove assunzioni

Mercoledì 29 Giugno 2022 di Annalisa Fregonese
Settore del legno in crescita, nuove assunzioni

CONEGLIANO - Il comparto del legno è in ripresa, e in alcuni settori supera i livelli pre-pandemia, ma manca la manodopera. La filiale di Oderzo della E-work, gruppo italiano specializzato nella consulenza, somministrazione di lavoro e gestione di soluzioni HR per aziende e multinazionali, apre la selezione immediata per 50 figure professionali del settore industriale del Legno per importanti aziende della zona di Treviso e alcune dell'area di Pordenone. E' noto che il distretto del legno-arredo dell'AltoLivenza si estende fra la zona del coneglianese, arrivando a ricomprendere realtà come Gaiarine e Codognè, per allargarsi nella realtà friulana nel giro di pochi chilometri. La selezione coordinata dalla filiale di Oderzo si rivolge a diversi profili: operai, specializzati e non, addetti alle macchine di produzione - carico e scarico - addetto programmazione e gestione impianto CNC, addetti imballo e controllo qualità, magazzinieri e carrellisti (con patentino per l'utilizzo dei mezzi).


LA RIPRESA
«Il settore del legno è in forte crescita e la ricerca di personale gestita dai nostri selezionatori è aumentata del 50% da gennaio ad oggi. Le figure più ricercate sono quelle legate alla manodopera per lo più specializzata, ma non solo - afferma Giada Masserut, HR Specialist di e-work -. Dal punto di vista della formazione tecnica, le figure maggiormente richieste sono: operatori macchine a controllo numerico, addetti sezionatrice, addetti pantografo, addetti squadraborda, addetti foratrice, verniciatori e ingegneri gestionali tempi e metodi». I contratti proposti per le posizioni ricercate, molti a tempo determinato, variano a seconda del profilo come dell'esperienza pregressa nel settore o nel ruolo che varia da minima a corredata di competenze tecniche per le figure più specializzate. La quasi totalità dei contratti proposti sono finalizzati all'assunzione stabile in azienda. Segnali di ripresa incoraggianti sono arrivati dal recente Salone del Mobile di Milano, Secondo uno studio di FederlegnoArredo condotto su un campione di aziende nel primo trimestre del 2022 le vendite dell'intera filiera sono aumentate del 24,5%.


I SEGNALI
«Confermo che il settore è in ripresa dice Roberto Martini, sindacalista di Filca-Cisl non passa settimana che le aziende non mi chiedano se conosco lavoratori disponibili. C'è qualche realtà in crisi, determinata quasi sempre dalla difficoltà di approvvigionamento di materie prime e dall'aumento dei costi dell'energia, ma non ci sono difficoltà di altro genere. Alle aziende però dico che bisogna investire in formazione, investendo in risorse umane e crescendole al proprio interno. Ci stiamo augurando tutti che termini la crisi ucraina anche per consolidare i risultati positivi che si stanno manifestando».


LA CASA
«La pandemia - riprende Martini - ha abituato le persone a restare a casa. Non potendo andare in ferie si è speso per migliorare casa propria. Inoltre si devono sciogliere le incognite legate ai superbonus dell'edilizia». Molti cantieri di ristrutturazione hanno richiesto anche nuovi serramenti ed infissi. E quando si ha la casa nuova, è breve il passo verso nuovi arredi.
 

Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 14:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci