Assalti ai bancomat: 16 arresti. Erano già stati presi e poi liberati

Martedì 17 Gennaio 2017
5
Sedici misure cautelari vengono eseguite in queste ore nei confronti di altrettante persone del Trevigiano ma anche delle province di Padova, Venezia, Vicenza e Verona, ritenute a vario titolo membri di due differenti associazioni criminali specializzate in assalti ai bancomat. L'operazione è stata messa a segno dai carabinieri del reparto operativo-nucleo investigativo di Treviso, con il concorso di militari dei comandi territorialmente competenti, del quarto Btg Veneto, del nucleo cinofili di Torreglia (Padova) e del quattordicesimo Nec.

Quindici delle misure cautelari sono detentive, mentre una consiste in un obbligo di dimora. Le persone finite nel mirino dei carabinieri sono ritenute responsabili di almeno 35 episodi in numerose località del Veneto e della Lombardia. I destinatari delle misure sono gli stessi già arrestati il 29 settembre scorso e poi rimessi in libertà a seguito di sentenza del tribunale del riesame di Venezia.
Ultimo aggiornamento: 08:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA