Aperitivo a domicilio, l'ex ristoratore Migotto si reinventa: in 30 minuti cocktail e vini direttamente a casa

Mercoledì 9 Novembre 2022
Mirco Migotto
1

TREVISO - Arriva a Treviso Winelivery, la app del buon bere. E lo fa grazie a Mirco Migotto, già titolare del ristorante Migò: con la chiusura lo scorso giugno del locale (seguita alla chiusura dell'albergo Ca' del Galletto) Migotto ha scelto di affiliarsi al progetto Winelivery portandolo in città con etichette, aperitivi, vini pregiati e molte formule per l'aperitivo homemade. Nuove pregiatissime bottiglie di vino che, in arrivo da tutta Italia, vengono consegnate da Winelivery direttamente ai Trevigiani, che possono godersi il piacere di un buon bicchiere di vino, fresco al punto giusto, senza scomodarsi e muoversi dal divano. L'App per bere che dal 2016 consegna Vini, Birre e Drink alla temperatura giusta per il brindisi, ha scelto Treviso come zona per ampliare la gamma delle bottiglie a disposizione per le sue consegne veloci. Città d'arte, città storica e meta ricercata di letterati, poeti e artisti, Treviso è anche una città giovane, dinamica e attenta alle nuove tendenze e lo dimostra ancora una volta posizionandosi al passo con le più grandi metropoli, ampliando il servizio di consegna in meno di 30 minuti con cocktail, bottiglie di vino e tutto l'occorrente per gli aperitivi.

CONSEGNA VELOCE
La consegna veloce avviene oltre che in tutta la città, anche nei comuni circostanti: Ponzano, Paese, Quinto di Treviso, Zero Branco, Preganziol, Silea, Carbonera, Casale sul Sile e Villorba. L'app consiglia anche selezioni di vini, birre e drink scelti dai Sommelier di Winelivery. Con Winelivery è possibile far recapitare anche regali all'ultimo minuto, direttamente al destinatario con biglietto personalizzato, ma anche organizzargli una festa a sorpresa: basta scegliere i cocktail più adatti alla serata e il kit per crearli verrà consegnato con tanto di ghiaccio e bicchieri pronto per essere mixato.

L'ESPERIENZA
Nuova avventura per Mirco Migotto, imprenditore trevigiano classe 1979, che ha scelto di ricollocarsi dopo la chiusura del suo locale grazie alla app per portare ai Trevigiani, oltre che i grandi classici, anche una nuova selezione pregiata di etichette consegnate da Winelivery in tutta la città d'arte: «Ci tengo a dare una piu' ampia offerta di vini al popolo trevigiano, dove naturalmente la faranno da padrona il prosecco e lo spriz, che non può mancare nella sua patria, ma anche tante altre bollicine nazionali ed estere oltre a un altro vasto catalogo». 
    
 

Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 10:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci