Studente 16enne aggredito con lo spray al peperoncino: allarme in centro

Wednesday 19 February 2020
TREVISO Avvicinato da uno sconosciuto che lo ha aggredito spruzzandogli in faccia dello spray urticante al peperoncino. Una bravataprobabilmente fine a sè stessa: il misterioso autore del gesto, non ancora riconosciuto, si è dileguato senza derubare la sua vittima, che ha poi dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso. Su questo episodio, avvenuto poco distante da via Roma, indagano in questi giorni i carabinieri del nucleo radiomobile di Treviso che stanno passando al setaccio gli occhi elettronici della città, a caccia di indizi utili per dare un nome ed un volto al responsabile.

AI GIARDINI
Il fatto risale a sabato scorso, 15 febbraio, ed è avvenuto all'interno dell'area dei giardinetti di Porta Altinia. Sfortunato protagonista della vicenda un ragazzo di appena 16 anni, di Volpago del Montello, che stava attraversando i giardinetti: poco dopo le 17.30 lo studente è stato improvvisamente avvicinato da uno sconosciuto, forse straniero. Quest'altro giovane, con in mano un piccolo spray, ne ha spruzzato il contenuto verso il volto del 16enne. L'aggressore, senza perdere ulteriore tempo, è scappato di corsa e ha fatto perdere le proprie tracce. Il 16enne, con gli occhi doloranti per la sostanza urticante, è riuscito a raggiungere la vicina via Roma e a dare l'allarme ai carabinieri, chiedendo aiuto anche ad alcuni dei passanti. Nell'arco di pochi minuti lo studente è stato raggiunto da una gazzella dei militari che hanno raccolto la sua segnalazione. Il 16enne è stato poi accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso e affidato alle cure dei medici.
Le conseguenze di questa strana aggressione sono state fortunatamente limitate: un fastidio e un forte arrossamento. Le indagini dei carabinieri del nucleo radiomobile di Treviso sono in corso e l'auspicio è quello di una rapida risoluzione. Sarà fondamentale, oltre alle indicazioni fornite dal 16enne, anche le telecamere di videosorveglianza che controllano il centro storico di Treviso. Restano per ora molto oscure le motivazioni di quella che appare come una sorta di bravata, seppur molto grave, commessa dall'ignoto spruzzatore.

IN VIA ZORZETTO
Questo episodio è avvenuto tre giorni dopo la violenta rissa che si era consumata nel pomeriggio di martedì scorso, nella zona di piazza Borsa, sempre in centro a Treviso. Ad affrontarsi, poco distante dal supermercato Pam di via Zorzetto, due gruppi contrapposti, composti da ragazzi tra i 16 e i 20 anni, italiani e stranieri. Ad avere la peggio nella zuffa (ha coinvolto una dozzina di persone in tutto) era stato uno dei giovani, un 18enne rimasto ferito ad un braccio da un coltello utilizzato da uno dei contendenti, sotto lo sguardo atterrito dei passanti. Anche in quel frangente sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile che hanno acquisito sia i video delle telecamere di videosorveglianza che alcuni piccoli filmati girati con gli smartphone da alcuni dei presenti.
  Ultimo aggiornamento: 12:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA