Martedì 16 Ottobre 2018, 08:48

Senza biglietto sul bus degli studenti: calci, spinte, schiaffi, ragazzino ferito

PER APPROFONDIRE: abusivi, aggressione, bus, mom
foto di repertorio

di Denis Barea

ODERZO - Nuovo episodio di violenza su un autobus della Mom. Protagonisti, ancora una volta, gli abusivi del trasporto pubblico pizzicati a viaggiare senza biglietto. É successo ieri pomeriggio sul bus della linea Oderzo-Treviso. Il parapiglia è scoppiato alle 13.45 all'altezza di una fermata qualche chilometro prima di Ponte di Piave e a fare le spese della mischia a colpi di calci e schiaffoni non sono stati solo i controllori ma anche alcuni studenti tra cui un bambino 13enne, residente nella cintura urbana del capoluogo,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Senza biglietto sul bus degli studenti: calci, spinte, schiaffi, ragazzino ferito
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-10-18 21:53:45
Situazioni sempre difficili da gestire. Solidarietà ai controllori.
2018-10-16 16:50:26
Perchè non fare un sistema a tornello in base al quale chi non ha titolo di trasporto non può entrare nel mezzo ?
2018-10-16 16:03:15
"Tutto è accaduto quando due passeggeri abusivi hanno visto salire due controllori. I due, sui vent'anni, hanno cercato di scendere dal mezzo in tutta fretta. In quel momento il bus era pieno e hanno cominciato a farsi largo tra i passeggeri in maniera energica. Uno dei due ragazzi ha rifilato un ceffone a uno dei due controllori. Poi sono scappati. Pare che molti dei passeggeri li conoscano bene: si tratterebbe di africani che salgono a Oderzo diretti a Treviso."
2018-10-16 15:39:49
Sono STUFO di sentire di questi episodi: c'e' il resto del mondo --di sicuro nell'Occidente -- ed anche in alcune parti d'Italia (come il TAA e qualcuno disse anche in Puglia) dove le persone sono fatte salire a bordo dal DAVANTI; dove c'e' l'autista CHE NON MUOVE il bus finche' tutti non sono saliti ed hanno PAGATO il loro trasbordo o biglietto. Quindi, tutti questi episodi sono anche responsabilita' (secondo me) della ditta di autotrasporto pubblico perche' permette la presenza di persone (che sono fatte entrare dal retro del tram) che non pagano alcun biglietto.
2018-10-16 15:37:22
ma perche' a prenderle sono sempre i cotrollori (italiani)? a gia', se uno alza le mani poi lo mettono al fresco per razzismo, e' vero, meglio allora prenderle