Soffocata da un boccone, donna incinta perde il figlio e poi muore

Sabato 9 Giugno 2018
Trento, incinta soffocata da un boccone muore dopo una settimana di agonia
13
TRENTO - È morta oggi Maia, la donna soffocata da un boccone di cibo una settimana fa e ricoverata all'ospedale Santa Chiara di Trento. La donna era incinta e il bambino, Christian, fatto nascere prematuramente nel tentativo di salvarlo dalla carenza di ossigeno che aveva subìto, era già deceduto due giorni fa. La madre era arrivata in ospedale in condizioni disperate. 

La donna, di soli 28 anni, moldava ma residente a Trento da molti anni, era al settimo mese di gravidanza e tutto procedeva bene. Stava tranquillamente cenando insieme al marito, quando un boccone le è andato per traverso e le ha occluso la trachea, impedendole di respirare. E' diventata immediatamente cianotica e si dibatteva disperata, mentre il marito, chiamati i soccorsi, tentava con ogni mezzo di farle espellere il boccone, senza riuscirci se non parzialmente e dopo lunghissimi, terribili minuti di asfissia.

A casa della coppia è arrivata immediatamente un'ambulanza, la donna è giunta all'ospedale in condizioni gravissime: si è fatto nascere il bambino nel tentativo di salvargli la vita. Anche il piccolo, tuttavia, aveva segni di gravissima sofferenza cerebrale per troppo lunga mancanza di ossigeno. Due giorni fa Christian è deceduto, e oggi anche Maia l'ha seguito.




  Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 21:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA