Il colosso della logistica Bierreti "premiato" con 2,5 milioni per la tutela dell'ambiente

Giovedì 14 Ottobre 2021 di Giannino Dian
Una porzione dell'hub dei trasporti Brt di Taglio di Po

TAGLIO DI PO - Da Intesa Sanpaolo 2,5 milioni di euro alla Bierreti srl di Taglio di Po per progetti di economia circolare. Obiettivo del finanziamento supportare lo sviluppo sostenibile dell’Hub di logistica refrigerata attraverso utilizzo di energia rinnovabile, riciclo di materiali da riporto, riciclo dell’acqua. L’operazione rientra nel plafond di 6 miliardi che Intesa Sanpaolo ha destinato alla transizione delle imprese verso il nuovo modello economico che punta a slegare lo sviluppo dallo sfruttamento delle risorse naturali esauribili e a ridisegnare con tal obiettivo il sistema industriale.
Il finanziamento sarà utilizzato dall’azienda di Taglio di Po, specializzata nel trasporto a temperatura controllata di prodotti alimentari, per aumentare il livello tecnologico del proprio Hub di logistica refrigerata. In particolare, il progetto prevede l’implementazione dell’impianto fotovoltaico, il completo recupero e riutilizzo dell’acqua d’irrigazione, l’utilizzo di materiale di riporto riciclato, l’installazione di un impianto luci a LED che consentirà un abbattimento di 15 mila tonnellate/anno di CO2 eil taglio del 57 per cento dell’utilizzo di refrigerante per le unità frigorifere, con una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 240 ton/anno.

L’OPERAZIONE

L’operazione conclusa con Intesa Sanpaolo in stretta collaborazione con il Circular Economy Desk di Intesa Sanpaolo Innovation Center, società guidata da Maurizio Montagnese che si occupa di innovazione a 360° per il gruppo bancario e i suoi clienti, è indicativa della volontà delle aziende del territorio di perseguire un piano di crescita responsabile e della loro capacità progettuale, nonostante il difficile momento condizionato dalla pandemia. «Si fa sempre più strada negli operatori del mondo del trasporto e della logistica - dichiara Robertino Bonato, socio della Bierreti - la consapevolezza dell’importanza sociale della riduzione dell’impatto ambientale. Le aziende rispettose dell’ambiente devono garantire trasporti sostenibili limitando le emissioni. Il territorio ha avuto un ruolo importantissimo nelle scelte fatte a ridosso della Romea e all’interno del Parco. La ricerca del materiale utilizzato per la costruzione, le strutture che dovevano adeguarsi al paesaggio e il rispetto delle emissioni sono stati, assieme alle caratteristiche tecniche, punti importanti che la proprietà ha valutato in maniera approfondita e responsabile con i progettisti».

SOSTENIBILITÀ

«La sostenibilità ambientale e la transizione green sono aspetti imprescindibili per la crescita e la competitività delle imprese che, come Bierreti, credono in un processo produttivo rivolto alla riduzione degli impatti ambientali - sottolinea Francesca Nieddu, direttore regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia di Intesa Sanpaolo -. La nostra banca supporta concretamente le iniziative e i progetti green dei propri clienti con prodotti e servizi dedicati come S. Loan, che premia il raggiungimento di obiettivi ESG avviato a luglio 2020, i green bond e i finanziamenti a valere sul plafond di 6 miliardi di euro dedicato alla circular e conomy, stanziato nel 2018. Dall’avvio di queste attività, a livello nazionale, Intesa Sanpaolo ha erogato complessivamente 1,6 miliardi di finanziamenti a supporto degli investimenti delle imprese in sostenibilità e circolarità, di cui oltre 110 milioni per 60 realtà del Triveneto. Particolarmente dinamico il fronte delle energie rinnovabili nel Triveneto, dove negli ultimi 10 anni abbiamo avvallato prestiti per 718 milioni di euro».
 

Ultimo aggiornamento: 08:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA